Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 1 dicembre 2021 (120) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» I rischi del bullismo on line, workshop al Borromeo
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 7008 del 10 settembre 2008 (4285) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Quattro chiacchiere con… sul fiume
La locandina dell'evento
Sulla scia delle “Quattro Chiacchiere con…”, il Club Vogatori Pavesi, rinsaldando il sodalizio con il Settore Cultura Comune di Pavia, presenta la terza edizione di Quattro chiacchiere con… sul fiume.
 
Il nuovo ciclo di incontri con protagonista il Ticino, sempre progettato e coordinato da Costantino Leanti per la Biblioteca Bonetta Sezione Ragazzi, prevede cinque serate ad invito per parlare di arte, poesia, tradizione, sport e tanto altro ancora... sul fiume.
 
Gli incontri che nutrono la mente” saranno presentati da Emilio D’Adamo e seguiranno questo calendario:
 
 Giovedì 11 settembre
La traversata di Milano e i suoi Navigli
Incontro con Maurizio Cucchi poeta

Maurizio Cucchi è nato il 20 settembre del 1945 a Milano, dove vive. Si laurea all'Università Cattolica con una tesi sui poeti Nelo Risi e Andrea Zanzotto.
È stato cronista sportivo dal 1960 al 1971: un’attività che ha ripreso e continua ad esercitare
sporadicamente per vari giornali, da Italia Oggi al Corriere dello Sport a Rigore; ha insegnato nella scuola media dal 1972 al 1981. Si impone alla critica e al pubblico già nel 1976 con la prima raccolta di poesie “Il Disperso”. Per anni opera come consulente editoriale, critico letterario e traduttore (Flaubert, Lamartine Mallarmé, Stendhal, Villiers de l'Isle-Adam, Prévert) e collabora a numerose riviste – Paragone, Belfagor, Nuovi Argomenti – e alle pagine culturali di varie testate giornalistiche – l’Unità, Il Giorno, Tuttolibri, Panorama, Il Giornale, La Voce. Nel 1980 pubblica “Le meraviglie dell'acqua” e due anni più tardi il poemetto "Glenn", Premio Viareggio 1983, nel 1987 “Dama del gioco” e “Poesia della fonte”, Premio Montale nel 1993. Dal 1989 al 1991 ha diretto il mensile “Poesia”, ha fatto parte del comitato di lettura della Società di Poesia e dell’“Almanacco dello Specchio”; ha collaborato al quotidiano La Stampa, sul cui settimanale “Lo Specchio” ha tenuto una rubrica di poesia che ha dedicato molto spazio anche a poeti esordienti; attualmente è collaboratore del Corriere della Sera. Nel 1996 ha curato, con Stefano Giovanardi, l'edizione di un’antologia dei poeti italiani del secondo Novecento, edita nella collana Meridiani presso Mondadori.
Fra i suoi ultimi lavori, “L'ultimo viaggio di Glenn”, del marzo 1999, “Poesie 1965-2000”, Oscar Mondadori, Milano 2001 e 2003, “L’uomo che mangia”, Dialogolibri, Olgiate Comasco 2001, “Per un secondo o un secolo” Mondadori, Milano 2003, “101 poesie per sopravvivere”, Guanda, Milano 2004, il romanzo “Il male è nelle cose”, Mondadori, Milano 2005, il saggio “La traversata di Milano”, Mondadori, Milano 2007.
 Giovedì 18 settembre
I fratelli del Ticino
Incontro con Giuseppe Pederiali, scrittore

Giuseppe Pederiali è nato a Finale Emilia (Modena) nel 1937. Vive a Milano. Ha fatto il marinaio ed il giornalista. Opera nei suoi romanzi un felice impasto tra le fantastiche metamorfosi del reale e i terrestri incantesimi, con proiezioni lunari e arcane dell'immaginazione spirituale. Le sue favole narrative, spesso storico-antropologiche, combinano abilmente la semplicità dell'avventura e l'ambiguità della metafora. Si è dedicato di recente anche alla narrativa poliziesca con la trilogia che vede come protagonista l’ispettrice modenese Camilla Cagliostri. Tra i suoi romanzi più noti ricordiamo: Il tesoro del Bigatto (1980); La Compagnia della Selva Bella (1983 e 1992) - Premio Chiavari; Il drago nella fumana (1984) - Premio Penne, Premio Sorrento; Donna di spade (1991) - Premio Campione d'Italia; Stella di piazza Giudìa (1995) - Premio Sirmione-Catullo; L’amica italiana (1998) - Premio Frontino Montefeltro, Premio Fenice Europa; Il lato A della vita (2001); L'Osteria della Fola (2002); Il sogno del maratoneta (2008). È autore anche di romanzi per ragazzi: I ragazzi di Villa Emma (1990), Il re di Saba (1993). I suoi interventi saggistici sono raccolti nel volume “Padania felix” (1999). Molte sue opere sono tradotte all’estero. Collabora saltuariamente con il cinema, la radio e la televisione (ha condotto per la RAI la trasmissione "I giorni").
 Giovedì 25 settembre  
Il “mio” Ticino
Incontro con Serbastiano Vassalli, scrittore
 
Sebastiano Vassalli, nato a Genova nel 1941, vive in provincia di Novara.
Laureato in Lettere, ligure di nascita ma piemontese di adozione, dagli anni Sessanta si è dedicato all'insegnamento, alla ricerca artistica neoavanguardista e alla scrittura di opere narrative. La sua attività si distingue per il profondo lavoro di ricerca storica, per lo più riferita all'evoluzione delle componenti sociali (religione, politica, differenze di genere...): i suoi romanzi, infatti, sono ambientati in un determinato contesto storico (Medioevo, Controriforma, Ventennio fascista, Sessantotto italiano, un ipotetico futuro) intorno al quale, tramite i personaggi, costruire una rappresentazione realistica del tempo in esame da intendersi come base per un confronto con la società attuale. Nelle sue opere è sempre possibile trovare una forte componente territoriale: il Piemonte è spesso la cornice delle vicende narrate. Il territorio vive l’evoluzione della trama e molto spesso evolve con essa (ad esempio, la città non identificata in Archeologia del presente o Zardino in La Chimera). L'amore di Vassalli per il Piemonte è testimoniato anche dal libro fotografico Il mio Piemonte, pubblicato nel 2002. Di particolare interesse nella sua opera è la capacità di rappresentare in forma immediata e semplice il carattere degli italiani, fissandone gli elementi che permangono al di là del trascorrere del tempo, contribuendo a far risaltare la valenza pedagogica dei suoi scritti. Tra i suoi romanzi più noti ricordiamo “L’alcova elettrica”, “Mareblu”, “Il Cigno”, “La chimera”, “Marco e Mattio”, “3012”, “Archeologia del presente”, “Dux”, “L’italiano” e la recente uscita "Dio, il Diavolo e la Mosca nel grande caldo dei prossimi mille anni”. È autore anche del saggio “Sangue e suolo” e della raccolta di interventi giornalistici e racconti “Terra d’acque”.
  Giovedì 2 ottobre
Immagini e voci del Ticino
Incontro con Pierino Sacchi, fotografo con accompagnamento di poesie dialettali di Angelo Ferrari e Dario Morani lette da Gianfranco Manenti

Pierino Sacchi, fotoamatore autodidatta. Ha compiuto le prime esperienze grazie all’uso di due macchine reflex Pentax, poi ha provato ad utilizzare un po' di camera oscura, ha vinto alcuni premi ai (pochi) concorsi a cui ha partecipato ed ha partecipato a qualche mostra. Col passare degli anni, la passione era diminuita fin quasi a sparire, finché una piccola fotocamera digitale (regalo per il Natale 2004) mi gli fatto tornare la voglia di fotografare. Il digitale gli ha permesso di raffigurare gli stessi paesaggi quasi ogni giorno, con le quotidiane, piccole variazioni climatiche e quindi cromatiche: una possibilità che si è rivelata artisticamente molto produttiva. La visibilità immediata delle foto e la possibilità di fare tanti scatti senza sprecare pellicola, nonché la comodità di correzione e di elaborazione grafica, gli hanno permesso di effettuare numerosi esperimenti e di ampliare la propria gamma di rappresentazione dei soggetti preferiti, fra i quali il nostro fiume ha un ruolo preponderante.
 Giovedì 9 ottobre
Il Gade: una vita per la città e il suo fiume
Ricordo di un amico del nostro Ticino
 
Agostino Calvi, detto Gade, nato a Pavia in Borgo, quindi borghigiano Doc, viene da una famiglia umile, sinistrata dai bombardamenti, nel corso dei quali perde tutto. Ha saputo ricostruirsi una vita e una famiglia dignitosa, ha dedicato buona parte della sua esistenza alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni pavesi tenendo sempre come sfondo il suo Borgo e il fiume. La sua opera principale e la sua testimonianza sono le numerose edizioni dei calendari Avis, che anno per anno hanno descritto e riportato alla memoria dei cittadini pavesi immagini e storie spesso dimenticate della Pavia del secolo scorso.

 

 
 Informazioni 
Dove: c/o la Casa galleggiante del Club Vogatori Pavesi di via Milazzo – Pavia
Quando: 11, 18 e 25 settembre, 2 e 9 ottobre 2008, ore 21.00
 

La Redazione

Pavia, 10/09/2008 (7008)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool