Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 novembre 2020 (364) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 838 del 21 febbraio 2003 (4467) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
24 febbraio 1525
24 febbraio 1525

Una data da ricordare. Per molti il 24 febbraio è solo una giornata come tante altre, ignari che proprio in quel giorno, nel lontano 1525, sul territorio pavese si combatté una battaglia che segnò una svolta di fondamentale importanza nella storia moderna dell'Europa.

Pavia, allora situata in posizione strategica e militarmente importante, si trovò, suo malgrado, ad essere al centro di un duro scontro. Proprio all'interno dell'estesa area verde che si apriva dal castello della città sino alla Certosa di Pavia, "l'antico giardino di delizie" della famiglia Visconti, dopo quattro anni di assedio, scoppiò tra soldati imperiali e francesi la battaglia, breve ma decisiva per le sorti italiane ed europee.

Il fatto clamoroso ed inusuale della cattura del re dei francesi, Francesco I, diede poi all'avvenimento una forte risonanza popolare e un immediato riscontro nella produzione letteraria ed iconografica, oltre alla fortuna storiografica, mentre l'imperatore Carlo V, grazie alla battaglia di Pavia aggiunse un nuovo tassello a quello sterminato regno su cui, è noto, "il sole non tramontava mai".

Pur smorzatesi le passioni e i giochi politici che accompagnarono l'evento, per chi non vuole dimenticare presso il comune di San Genesio, a pochi chilometri da Pavia, è possibile ancora oggi visitare "Pavia 1525. I tempi, i luoghi e gli uomini della battaglia", una mostra permanente allestita al piano superiore dell'edificio postale.

Nel'500 l'abitato di San Genesio si trovava, in una posizione mediana tra il muro divisorio dei due parchi fatti costruire dai Visconti e fu proprio in quel territorio che fu ferito Francesco I e che l'esercito spagnolo ebbe la meglio.

L'esposizione permanente offre, ogni ultima domenica del mese, ad un pubblico di appassionati e di semplici curiosi, due interessanti plastici che riproducono l'uno, l'intero parco Visconteo, teatro della battaglia, l'altro il momento più drammatico dello scontro, quando gli spagnoli, attraverso una breccia nelle mura del parco, piombarono alle spalle dei soldati di Francesco I facendo prigioniero lo stesso re.
Ancora, tutt'intorno, sulle pareti sono disposti pannelli con riproduzioni di stampe, quadri e affreschi che illustrano la Pavia del Cinquecento, il parco Visconteo, gli eserciti avversari e i principali personaggi che furono i protagonisti della grande tenzone.

 
 Informazioni 
Dove: c/o ex Biblioteca, via Marconi - San Genesio (PV)
Quando: La mostra è aperta ogni ultima domenica del mese, nei seguenti orari: 9.30-12.00 e 15.00-17.30.

 

Alessandra Viola

Pavia, 21/02/2003 (838)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool