Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 23 settembre 2020 (932) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 10065 del 14 settembre 2011 (4297) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Percorso Obbligatorio - Pedro Fiol
Percorso Obbligatorio - Pedro Fiol
Dal prossimo sabato al 2 ottobre compreso, il Palazzo del Broletto di Pavia offrirà al pubblico la possibilità di ammirare le nuove opere dell’artista cubano Pedro Fiol e percorrere, così, la fase conclusiva di questo “percorso obbligatorio”.
 
Oggi di fama internazionale, Fiol è nato a Cuba nel 1970, ma è in Europa che l’artista ha ottenuto i maggiori successi nel mondo dell’arte.
Come città di residenza e come fulcro del suo allettante lavoro artistico, ha scelto Milano.
Alcuni dei lavori presenti alla mostra sono stati pensati e realizzati appositamente per il Broletto e, come nella sua precedente mostra, l’artista ci presenta, sì, un lavoro finito e tutto da guardare, ma anche l’opportunità di viaggiare tra i labirinti che si trovano dietro e dentro la sua arte.
 
Il percorso in Galleria, che chiude un lungo progetto voluto dall’artista – iniziato nel 2009 con la sua personale promossa da INA Assitalia - é molto interessante e particolareggiato, un percorso che si chiude e allo stesso tempo riparte, facendoci entrare, e non come ospiti, nella “Stanza dell’artista”:
un’installazione originale dove Fiolriproduce e dà vita ad uno spazio nel quale l’artista ricrea il suo mondo, fatto di tutto quello che per la maggior parte di noi può significare… niente.
 
Come sempre da non perdere, questo “Percorso Obbligatorio” é un appuntamento con l’arte contemporanea di Fiol, curatto Marilisa Di Giovanni, che già si preannuncia straordinario.
 
 Informazioni 
Dove: presso lo Spazio per le Arti contemporanee del Broletto, ingresso da Piazza Cavagneria - Pavia
Quando: dal 17 settembre al 2 ottobre 2011, lun. - ven.: 16.00-19.00, sab. e dom.: 10.30-12.30 / 14.00-19.00. Per informazioni: tel. 0382/399275
 
 
Pavia, 14/09/2011 (10065)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool