Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 3 giugno 2020 (1045) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 10129 del 5 ottobre 2011 (2857) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sacchi & Terlingo: Nina
Sacchi & Terlingo: Nina
Di sorpresa in sorpresa. Quasi di nascosto, timidamente, il “Terlo” mi ha consegnato questo CD; fratello “minore” di Magdalen, è quasi un appendice di quell’album.
 
Le sedute di registrazione sono avvenute “in coda” a quelle dell’album ufficiale, su richiesta di un amica che aveva bisogno una sorta di colonna sonora per una storia a fumetti “Nina”.
Le atmosfere erano quelle giuste e così, i due, hanno continuato a registrare.
 
Il risultato è questo mini-album con 5 brani; ascoltandoli, potrebbero evocare l’immagine di una ballerina che accenna passi di danza in un fascio di luce che attraversa una vecchia polverosa soffitta parigina, di un gatto che attraversa mollemente le stanze vuote di una vecchia cascina, di una vecchia che snocciola piselli dentro un vetusto secchio di alluminio e i piselli cadono ad uno ad uno simili a indolenti gocce di pioggia, di foglie che cadono pigramente dagli alberi, avvitandosi al rallentatore su se stesse in un tiepido autunno, di riflessi dorati di un tramonto sulla superficie increspata dell’acqua di un fiume che scorre, o qualsiasi altra immagine che racconti una storia.
 
Sì, perché come nell’album da cui è derivato, questo piccolo gioiello contiene musica impressionista, evocativa, grande musica.
Minimalista dal punto di vista strumentale (chitarra acustica ed armonica), quasi sinfonica per la varietà delle soluzioni armoniche.
 
E se in Magdalen è Sacchi ad apparire come un ricercatore folle che pretende dal suo strumento più di quanto questo abbia mai dato, in Nina quello che emerge è il talento compositivo di Terlingo, la delicatezza delle invenzioni sonore, il tocco appassionato e leggero sull’acustica, degno di un “primo” Steve Howie.
 
Chi l’avrebbe mai detto che due Rude-bluesmen sarebbero approdati a lidi così eterei.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 05/10/2011 (10129)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool