Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 25 aprile 2019 (352) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP
» Voice of the voiceless Racconti forografici di Andy Rocchelli
» Diamo i numeri
» Raoul Iacometti. Alcuni di noi
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Ci siamo! Sguardi sull'identità giovanile

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Colloquio sull'Europa
» Severino Boezio: la filosofia tra religione e poesia
» IngannaMente...
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Next Vintage
» Conversazione Dannunziana
» Le carte di Eugenio Montale negli archivi italiani
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» Il mio nome è... Gioconda
» Gandhi, oltre l’India. Valori gandhiani e integrazione sociale in Italia
» Giornalismo di moda: stereotipi, realtà e nuove frontiere
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 10189 del 24 ottobre 2011 (2937) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Arsi & Tesi
Arsi & Tesi
Siro Brondoni, presidente del Centro Artistico e Culturale Contardo Barbieri, invita a visitare la mostra Arsi & Tesi - Astratto Figurativo che si terrà, dal prossimo sabato, nello spazio espositivo del Centro Artistico e Culturale Contardo Barbieri di Broni.

Quattro significative esperienze figurative vengono presentate nel percorso espositivo di questa annata del Centro “Contardo Barbieri”, che nell’Oltrepò Pavese è uno dei più radicati Cenacoli d’Arte. L’intitolazione della mostra di pittura ora ospitata a Broni con le opere di Franca Civardi, Massimo Monteleone, Stefano Ricci e Ernesto Achilli, richiama l’ansia di ricerca dell’Arsi che si contrappone all’asserzione enunciativa della Tesi e, quindi, alla costante creativa dialettica dell’astratto e del figurativo”.
 
Franca Civardi. Nata a Milano da genitore stradellino. Dopo le scuole superiori frequenta l’istituto d’arte per stilisti di moda S. Caterina da Siena conseguendo con ottimi voti il diploma. Studia le basi e le tecniche artistiche con i maestri di Brera e in seguito si iscrive alla scuola di disegno del nudo al Castello Sforzesco di Milano. Terminati gli studi artistici si inserisce nel mondo della creatività pubblicitaria. La ricerca creativa e pittorica procedono parallelamente senza disattendere mai l’obiettivo finale che è la ragione e il diritto al sogno.
In permanenza alla galleria Dam Arte di Magenta. Mostre personali a Magenta, Galleria Dam Arte; Abbiategrasso, Rotary Club; Levanto, Palazzo Comunale; Borgomanero, Palazzo Comunale; Langres, Sala Remp-Arts; Loano, Palazzo Kursall; Lugano, studio De Vittori; Venezia, Paradiso Perduto.
 
Massimo Monteleone. Nasce a Milano nel 1964. Lavora in campo grafico da oltre trent’anni e proprio da questa radicata situazione prende spunto e materiali per la realizzazione delle sue opere, da prima collage di stoffe e ultimamente lavori su carta, realizzati con gli inchiostri litografici. Nel 2008 inizia la collaborazione con Alberto Casiraghy, delle edizioni Pulcino-elefante che apprezza il suo talento.
Ha all’attivo mostre tenute a Varese, Castiglione Olona, Abbiategrasso, Milano, Gallarate. Inoltre è stato selezionato per la pubblicazione sul catalogo “Nova Arte 2010” dell’editore Mondadori.
 
Stefano Ricci è nato a Stradella nel 1964, si è laureato in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Pavia e svolge l’attività di Biologo presso l’Istituto Scientifico di Montescano, della Fondazione Salvatore Maugeri.
Attratto fin dall’infanzia dal disegno e dalle arti grafiche, negli ultimi anni ha iniziato a realizzare opere di tipo figurativo, ma è solo attraverso l’informale che ha raggiunto la migliore modalità di espressione della propria interiorità.
La sua attività artistica è stata portata avanti tra la sua terra d’origine, l’Oltrepò Pavese e quella friulana, terra natale di sua moglie Antonella. Proprio a San Daniele del Friuli (UD), si è tenuta la sua prima mostra presso “Al Portonat”. La seconda mostra si è tenuta ad Udine, presso le sale della Parrocchia San Pio X. Tre opere sono inoltre esposte fino a fine anno, presso filiali della Banca di Credito Cooperativo del Friuli.
 
Ernesto Achilli. Nato a Santa Maria della Versa, nel 1938. Diplomatosi al Liceo Artistico Statale di Milano, frequenta la Scuola Superiore degli Artefici presso l’Accademia di Brera e Calcografia alla Scuola Civica d’Arte di Pavia. Composizioni equilibrate da un punto di vista matematico e piacevoli da un punto di vista estetico. “La matematica è il linguaggio della natura” Odifreddi. “Il primo requisito per un pittore è quello di conoscere la geometria” Leon Battista Alberti.
Oltre che pittore è anche un abile incisore. In permanenza alla galleria Entroterra di Brescia.
Mostre personali a Milano, Libreria Storica Bocca, Circolo della Stampa, Palazzo della Permanente,
Palazzo della Ragione, Galleria Ars Italica; Magenta,Palazzo Comunale; Vigevano, Palazzo Merula, Palazzo Sanseverino; Brescia, Galleria Entroterra; Parma, Artisti in mostra; Verona, Art Verona.
 
 Informazioni 
Dove: Spazio espositivo del Centro Artistico e Culturale Contardo Barbieri, in via Emilia, 166 – Broni.
Quando: dal 29 ottobre (vernice alle 16.30) al 13 novembre 2011. Orari: sab. (5 e 12 novembre): 16.30-19.00; dom. (30 ottobre, 6 e 13 novembre): 10.00-12.00 / 16.30-19.00, nello stesso orario, la mostra rimarrà aperta anche martedì 1° novembre.
 
 
Pavia, 24/10/2011 (10189)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool