Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 1 ottobre 2020 (1434) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1019 del 30 aprile 2003 (2822) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Fare Festival 2003

Giovedì 22 Maggio
The Chieftains (Irlanda)
The Chieftains (Irlanda) La formazione irlandese, il cui nucleo originario risale agli anni '50, è l'emblema stesso della musica folclorica della terra del quadrifoglio. La loro consacrazione internazionale avvenne negli anni '70 grazie a Stanley Kubrick che scelse la loro musica per il film Barry Lyndon. Da allora sono gli ambasciatori del folk celtico, ma hanno saputo nel corso degli anni fondere le loro sonorità con altre tradizioni popolari e hanno lavorato con artisti quali Bob Dylan, Van Morrison, Roger Daltrey, Bono, Sting e i Rolling Stones. Il loro ultimo album, il bellissimo The Nashville Sessions, li vede collaborare con artisti country, bluegrass e new country quali Bela Fleck, Martina McBride, Patty Griffin, Tim O'Brien, Ricky Skaggs, Buddy & Julie Miller, la Del McCoury Band, Earl Scruggs, JohnHiatt e Lyle Lovett, all'insegna di un folk senza frontiere.
Ingresso € 15 - ridotto € 12

Venerdì 23 Maggio Rosalia de Souza (Brasile)
Rosalia de Souza (Brasile) Straordinaria voce protagonista della nuova bossa. Approdata in Italia da Rio de Janeiro alla fine degli anni Ottanta è stata subito adottata da artisti connazionali come Alvaro dos Santos e Ney Coutinho, con i quali si è esibita nei più importanti jazz club. Grazie alla collaborazione con Nicola Conte, produttore tra i più autorevoli della scena lounge ed elettronica, mago del remix e jazzista, ha realizzato un album solista, il primo della sua carriera, intitolato Garota Moderna, in cui ha trovato la chiave giusta per
mescolare elettronica e bossanova, senza togliere calore ed emozione al sound carioca.
Ingresso € 8 - ridotto € 5

Sabato 24 maggio
Niccolò Fabi
Niccolò Fabi Il cantautore romano presenterà le canzoni del suo nuovo album La cura del tempo, il quarto della sua fortunata carriera. Un disco, acclamato dalla critica, frutto di tre anni di lavoro che segna la consacrazione di un talento ormai maturo. Un album acustico, con testi intensi e arrangiamenti minimalisti, dolcemente ondeggianti tra chitarra, piano, fiati e archi in cui l'artista collabora anche, nel brano "L'offeso", con Fiorella Mannoia
Ingresso € 10 - ridotto € 8

Martedì 27 Maggio
Umberto Petrin - Stefano Benni
Umberto Petrin Un appuntamento tra musica e letteratura. Lo scrittore Stefano Benni e il pianista jazz Umberto Petrin proporranno un omaggio poetico e affascinante al genio di Thelonious Monk, il pianista più rivoluzionario della storia del jazz, a vent'anni dalla sua morte. Si tratta di un viaggio attorno alla figura di Monk, con testi dello stesso scrittore bolognese, di Allen Ginsberg, Dylan Thomas, Geoff Dyer e altri ancora.
Ingresso € 8 - ridotto € 5

Merc 28 - Gio 29 - Ven 30 Maggio
Rassegna dedicata al cinema e alla cultura palestinese
28 maggio
Relazione di Giancarlo Zappoli (direttore del Festival di Montecatini 2002 e del Festival di Bellinzona 2002, entrambi dedicati al cinema palestinese) sullo stato dell'arte del cinema in Palestina. Al termine dell'intervento ci sarà la proiezione di un video (a sorpresa) di un cineasta palestinese.
29 maggio
Andrea Zambelli, cineasta bergamasco presenterà un suo documentario creativo girato nei territori occupati, dai quali è da poco tornato, in aggiunta ad altri video di autori palestinesi su temi attinenti.
30 maggio
Proiezione del film collettivo di vari autori italiani dal titolo "Lettere dalla Palestina", al termine del quale ci sarà un intervento sulla cultura in Palestina (cinema, arte, letteratura) di Uasim Dahmash, professore palestinese dell'Università La Sapienza di Roma.
Ingresso gratuito

Sabato 31 Maggio
Marcel Khalife (Palestina)
Marcel Khalife Nato nel 1950 a 'Amshit, in Libano, Khalife è uno dei maggiori cantautori mediorientali. Ha ottenuto premi e riconoscimenti in diversi paesi tra cui la Tunisia, il Libano, gli Emirati Arabi Uniti, l'Australia, gli Stati Uniti. Il suo strumento è l'ud, progenitore del nostro liuto. Propone una fusione di elementi profondamente radicati nella tradizione mediorientale con tecniche proprie della musica occidentale. E' da sempre impegnato nella lotta per il rispetto dei diritti umani e per la causa del popolo palestinese. Per Khalife quella di Pavia sarà l'unica data italiana del suo tour
Ingresso € 10 - ridotto € 5

Giovedì 5 Giugno
Francesco De Gregori
Francesco De Gregori Artista che non conosce stagioni e che ha accompagnato con le sue canzoni trent'anni di storia italiana. De Gregori è reduce dal grande successo del disco realizzato con Giovanna Marini che riscopre la tradizione della canzone popolare italiana.
Ingresso € 15 - ridotto € 12

Venerdì 6 Giugno
Oliviero Malaspina
Nato a Vallechiara di Menconico in provincia di Pavia, ha vinto per due volte il Premio Recanati. Ha pubblicato due raccolte di poesie e tre album: Caravaggio, Hai! Hai! Hai! e l'ultimo Benvenuti Mostri che ha ricevuto l'unanime plauso di tutta la critica italiana. Oliviero Malaspina Ha spesso collaborato con Fabrizio De Andrè e stava lavorando assieme a lui nella stesura di alcune canzoni ("La paura dura più dell'amore", "Un'ombra inquieta") prima della morte di quest'ultimo.
Ingresso gratuito

Sabato 7 Giugno
Fabio Concato
Partito alla fine degli anni '70 con una formula musicale fortemente influenzata dal suo grande amore per il cabaret, nel corso degli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio autonomo, raccontando in modo molto personale le piccole grandi storie della quotidianità.
Nostalgia, ricordi, speranze, confessioni appena accennate, sprazzi di allegria contagiosa popolano il mondo delle sue canzoni.
Nel 1977 viene pubblicato il suo primo album, "Storie di sempre": in quel disco è contenuta "A Dean Martin", scherzosa presa in giro del cantante americano dalla vena ironica e originale.
L'anno successivo segue il secondo album "Svendita totale"; Concato firma con la Philips e nel 1979 pubblica "Zio Tom", album che vede la partecipazione dell'armonicista Thoots Thielemans. Passano tre anni e "Fabio Concato" è un successo, grazie al brano "Una domenica bestiale".
È l'inizio di una fase artistica molto fortunata, che prosegue con "Fabio Concato" (1984), album che conquista il doppio disco di platino (200 mila copie) e rende popolari canzoni come "Guido piano", "Rosalina" e "Fiore di maggio", e "Senza avvisare"(1986), disco d'oro già in prenotazione. Nel 1988 Concato pubblica un singolo, "051/222525", i cui proventi sono destinati a mantenere in vita il servizio del Telefono Azzurro. Nel 1990 esce un nuovo album, "Giannutri", che Concato registra a Parigi sotto la guida di Phil Ramone.

Fabio Concato

Una raccolta di successi datata 1991, "Punto e virgola", separa "Giannutri" da "In viaggio"(1992), in occasione del quale Concato scrive un brano con Pino Daniele, "Canzone di Laura". Nel 1994, preceduta dall'uscita del singolo "Troppo vento", esce la raccolta "Scomporre e ricomporre", una rilettura dei brani cui l'artista milanese è maggiormente legato realizzata con nuovi arrangiamenti strumentali e vocali. Nel 1996 esce "Blu", il decimo album di studio, prodotto dal tastierista della PFM Flavio Premoli.
Nel 1999 è la volta di "Fabio Concato", un nuovo album di inediti impreziosito dalla presenza di un duetto con Josè Feliciano, nel brano "M'innamoro davvero". Nel 2001 Fabio Concato torna alla ribalta con un nuovo album, "Ballando con Chet Baker", la cui uscita viene preceduta dalla prima partecipazione di Fabio Concato al Festival di Sanremo, dove l'artista milanese presenta il brano "Ciao Ninìn".
Ingresso € 10 - ridotto € 8

 
 Informazioni 
Tutti i concerti si terranno alle ore 21,30
Un'apposita struttura coperta garantirà lo svolgimento dei concerti anche in caso di maltempo.
Il logo della manifestazione sarà un'opera originale dell'artista pavese Marco Lodola.

Prenotazioni e informazioni:
tel. 0383.363952 fax 0383.41407
www.suoni.org COMUNE DI PAVIA Settore Cultura
tel. 0382.399343 fax 0382.399244
cultura@comune.pv.it
 
 
Pavia, 30/04/2003 (1019)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool