Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 30 novembre 2021 (283) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 10459 del 24 gennaio 2012 (2499) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Giornata della Memoria vista da “il Demetrio”
La Giornata della Memoria vista da “il Demetrio”
Le celebrazioni che ogni anno coinvolgono tutto il Paese nel ricordo della tragedia della Shoah vedono anche la nostra città in prima fila nel proporre al pubblico occasioni di riflessione dedicate al tema in questione. Nell’ambito delle manifestazioni organizzate per la ricorrenza del Giorno della Memoria, queste le iniziative della rassegna Parole e musica raccontano la Shoah promossa dall’associazione culturale musicale“il Demetrio”. 
 
Una fossa nell’aria
delicata lettura espressiva tratta dal diario dell’ebreo tedesco Victor Klemperer 
Su un doppio filo tematico e cronologico continuamente spezzato, interrotto e ripreso, è qui disposto un susseguirsi di testi e musica che, in questo recital, sono storie senza nome in quanto narrano, in un sovrapporsi di assonanze e dissonanze, la tragedia della storia e lo scacco della parola che non riesce a raccontarla.
Martedì 24 gennaio, ore 11.00 - Istituto Cairoli 

Sognavamo nelle notti feroci
Il mondo dell’ebraismo europeo attraverso le musiche Klezmer e della tradizione ebraica arrangiate dai klezmorin
Riprendendo la tradizione dei narratori ebraici e facendo propria la lezione di Mendel Teichmann, il cantore dell’universo chassidico, Fred Wander restituisce un volto unico e inconfondibile alle tante anonime vittime, rievocando l’esistenza del singolo prima del lager, e più in generale tracciando un quadro vivissimo di quel mondo dell’ebraismo europeo destinato a scomparire nel più tragico dei modi.
Mercoledì 25 gennaio, ore 9.00 e 11.00 - Istituto San Giorgio - Giovedì 26 gennaio, ore 10.15 - Istituto Volta
 
Melodia di un esilio
musiche e storie degli ebrei di Spagna a cura di Avventura Sefardita Ensemble
Melodie di un esilio è il percorso di uno straordinario viaggio che ci porta al mondo ebraico-sefardita, un mondo intrecciato alle vicende della cultura europea e alle sue propaggini, ci conduce alla scoperta di un travaglio con cui è fondamentale stabilire un rapporto di conoscenza e di rispetto per il nostro futuro di popolo del Mediterraneo. Dall’espulsione dalla Spagna, voluta da Isabella la Cattolica nel 1942, alla Salonicco investita dalla Shoah. Un percorso di musiche e parole.
Venerdì 27 gennaio, ore 9.00 e 11.00 - Auditorium Liceo Copernico 

Lager e… oltre
videoproiezione di estratti di “Lager e… oltre” dove Clemente Ferrario, Giulio Guderzo e Virginio Rognoni ricordano due grandi antifascisti pavesi: Ferruccio Belli e Enrico Magenes. Entrambi deportati nei lager nazisti a Flossenburg e Dchau; il primo militante del Partito comunista pavese, il secondo dirigente diocesano dell’Azione Cattolica e fondatore della Democrazia Cristiana pavese, la storia di due importati dirigenti politici e di una grande amicizia. A seguire interventi poetici e musicali sul tema.
Venerdì 27 gennaio, ore 19.30 - Osteria Sottovento via Siro Comi, 8
 
 Informazioni 
 

Comunicato Stampa

Pavia, 24/01/2012 (10459)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool