Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 28 settembre 2020 (890) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 10482 del 3 febbraio 2012 (3852) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dall'Ermitage a Pavia, "La Pittura Italiana del XIX secolo"
Dall'Ermitage a Pavia,
Dopo il notevole successo riscosso al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, arriverà sabato prossimo al Castello Visconteo di Pavia la grande mostra “La Pittura Italiana del XIX secolo. Dal Neoclassicismo al Simbolismo”. 
 
L’esposizione, che sarà inaugurata venerdì ai Musei Civici, giunge, infatti, direttamente, dalla Sala degli Stemmi dell’Ermitage, dove, dal 20 novembre scorso al 22 gennaio 2012, il pubblico russo ha potuto ammirare, per la prima volta, una selezione di circa ottanta opere che, grazie ai suoi esempi eccellenti, è in grado di testimoniare la ricchezza e la varietà dell’arte figurativa italiana del XIX secolo.
 
Il protocollo d’intesa siglato nel 2009 tra il Museo Statale Ermitage, il Comune di Pavia, i Musei Civici di Pavia e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia, ha già portato nella città lombarda due importanti mostre – la pittura spagnola del Seicento dall’Ermitage e i Leonardeschi – questa volta è stata la città di Pavia a presentare in Russia un nucleo di capolavori della pittura italiana provenienti dalle prestigiose collezioni pavesi (Quadreria dell’Ottocento e Collezione Morone) e arricchito da prestiti di tanti altri Musei e Collezioni di Firenze, Torino, Milano, Genova, Bergamo, Brescia, Carpi, Vercelli e Rovereto, coordinati dagli stessi Musei Civici e da Villaggio Globle International.

Curata da Susanna Zatti e Fernando Mazzocca, la mostra consente dunque di illustrare gli stili di un secolo - il nitore neoclassico, il pathos romantico, la forza del colore dei macchiaioli, il sensualismo dei decadenti - e le tematiche predilette dal collezionismo e dal vivace mercato:dalle vedute e paesaggi che descrivono le meraviglie del Bel Paese, ai ritratti ambientati o scapigliati; dalle aneddotiche e sapide scene di genere, alle grandi rievocazioni allegoriche o di storia risorgimentale. Infine, darà modo di evidenziare la personalità straordinaria di alcuni protagonisti della pittura italiana, degni di stare alla pari con i più celebrati rappresentanti europei: da Appiani ad Hayez, da Piccio a Faruffini, da Morbelli a Fattori, da De Nittis a Segantini, da Pellizza a Zandomeneghi.

La mostra allestita al piano terra del Castello Visconteo prosegue idealmente al Museo del Risorgimento, al terzo piano del castello medesimo, dove sono state ricollocate le opere di Carlo Sara, Gerolamo Induno e “La battaglia di Varese” di Federico Faruffini che erano state esposte nella mostra dell’Ermitage.
 
Accompagna l’esposizione un catalogo bilingue italiano/russo edito da Skira.
 
 Informazioni 
Dove: Musei Civici del Castello Visconteo, viale XI Febbraio, 35 - Pavia
Quando: dall’11 febbraio al 9 aprile 2012, dal martedì al venerdì: 10.00-18.00; sabato, domenica e festivi: 10.00-19.00. Chiuso: lunedì (aperto lunedì 9 aprile)
Biglietti: intero 9 euro, ridotto 7 euro, ridotto scuole e bambini 3 euro
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0382/33853 – 304816, e-mail: prenotazionimc@comune.pv.it

 
 
Pavia, 03/02/2012 (10482)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool