Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 13 aprile 2021 (471) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Passeggiata cinofila notturna
» Passeggiata naturalistica a San Ponzo
» Festa del Parco a Casei Gerola
» Erbe dalla natura al piatto
» Sulla Via delle Farfalle
» Il Sentiero delle Fontane... con pic-nic tipico
» A caccia di tartufi
» A spasso tra fossili, sedimenti e rocce
» A cena con le lucciole
» Bosco in festa!
» L’arte di essere un genitore… A contatto
» Ciclo-staffetta tra i parchi del Ticino e del Po
» Una giornata da trapper!
» Bioscambio
» La notte degli allocchi e dei profumi
» Ancora a Caccia di Uova…
» Q di…quercia!
» Terre d’acqua, scrigno di vita
» Luna di ghiaccio
» Il bosco e i suoi abitanti al chiar di luna

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 1052 del 12 maggio 2003 (3566) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La via del sale
Panorama dal Monte Antola

Storia e natura si intrecciano nell'escursione proposta per il week-end di fine maggio dal Gruppo Micologico Vogherese.
Se siete in buona forma fisica (un minimo allenati alle lunghe camminate), vi sarà sufficiente indossare un paio scarponi e infilare nello zaino una mantellina impermeabile (indispensabile per i repentini mutamenti delle condizioni meteorologiche), poi potrete avventurarvi alla scoperta dell'"Antica Via del Sale", il famoso tracciato un tempo percorso dalle carovane dei mercanti che trasportavano il del sale dalla Riviera Ligure all'Alta Valle Staffora.

L'itinerario è suddiviso in tre tappe: tre giorni per attraversare l'Appennino Ligure, lungo le antiche mulattiere e i sentieri, che condurranno i partecipanti da Capanne di Cosola (poco oltrepassato il confine provinciale) a Portofino, per un totale di circa 67 km su un dislivello di quasi 2000 metri.

La prima tappa percorre un itinerario bellissimo che si snoda sui crinali fra le Valli Borbera, Boreca, Trebbia, Scrivia dove si potranno osservare molte fioriture che in questo periodo al massimo splendore, soprattutto sulle pendici del Monte Antola (1597) - il cui nome, non a caso, pare derivi dal greco "anthos" = fiore -, ricche di specie interessanti, tra cui l'asfodelo, l'arnica montana, il botton d'oro, le genziane (lutea e kochiana), i gigli (rosso e martagone), numerose orchidee ed il narciso selvatico.
Dopo circa 8 km di percorso s'incontra un posto ristoro (Capanne di Carrega, 1436) dove sarà possibile rifocillarsi o, in casi estremi, chiamare... un taxi e farsi riaccompagnare a casa.
In 9/10 di andatura tranquilla, intervallata da qualche breve sosta, si dovrebbe poi Torriglia dove si consumerà la cena e si trascorrerà la notte.

La seconda tappa raggiunge le vette più alte al Monte Lavagnola (1118) e al Monte Bragalla (864). È possibile percorrere una scorciatoia che da Sant'Alberto conduce direttamente a Casa Cornua evitando il Monte Croce dei Fo ed il Monte Bado. Dopo circa 9/10 ore di viaggio, si giungerà a Frazione Calcinara di Uscio per la cena e il pernottamento.

La terza ed ultima tappa prevede un minor tratto di percorrenza e l'altimetria non rilevante... una "pacchia" rispetto alle precedenti. Si segue il sentiero della Via del Mare verso Ruta (256): il percorso é abbastanza facile e consente bellissime panoramiche sul mare. Da Ruta a Portofino il sentiero il paesaggio che si ammira é quello tipico delle coste liguri con scorci sempre più ricorrenti sul mare.
Otto ore è il tempo stimato per raggiungere la stazione e salire sul treno che riporterà i partecipanti a Voghera.

 
 Informazioni 
Quando: 24-25-26 maggio 2003,
Ritrovo ore 6.00 c/o sede Gruppo Micologico
Ex Caserma di Cavalleria, via Gramsci 1 - Voghera
Partecipazione: prenotazione entro il 15 maggio.
Quota di 15 € (per spese organizzative, costi auto al seguito, assicurazione infortuni) + 70 € (per le due sistemazioni con trattamento di mezza pensione in camera doppia) + 12 € (per eventuale servizio autocorriera (almeno 20/25 partecipanti) da Voghera a Capanne di Cosola).

Per informazioni:
Tel.: 328/2177267 (Gatti Alfredo) o 338/3923229 (Clava Fabrizio)

 

La Redazione

Pavia, 12/05/2003 (1052)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool