Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 5 luglio 2020 (990) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 10623 del 14 marzo 2012 (2454) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Lomellina nelle guerre d’Indipendenza
La Lomellina nelle guerre d’Indipendenza
A conclusione dell’anno dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, la Fondazione Vera Coghi ha deciso di attingere dal suo straordinario archivio storico per proporre la mostra “Luoghi e vicende lomelline nelle guerre d’Indipendenza”, che rimarrà aperta in questo fine settimana.
 
Emilia Mangiarotti presenterà la parte dei documenti esposti, il professor Giuseppe Zucca parlerà dell’invasione austriaca della Lomellina del 1859 e Giacomo de Ghislanzoni Cardoli, presidente della Camera di Commercio, del ruolo della provincia di Pavia nel Risorgimento italiano.
 
Il mese di maggio 1859 fu un mese terribile per la Lomellina che venne occupata da oltre 100 mila soldati austriaci. Gli abitanti furono costretti a dare ospitalità e rifornimenti alle truppe. Di quel lungo periodo di occupazione, l’archivio della Fondazione Vera Coghi è ricco di documenti che, per la prima volta, vengono esposti.
Le carte restituiscono episodi di microstoria quotidiana e di vicende profondamente umane quali le somministrazioni di viveri e di animali (fieno, paglia, pane, salumi, riso, vino, buoi e mucche) e di suppellettili varie (lenzuola, indumenti, stoviglie).
 
Ulteriore attrazione della mostra sarà l’esposizione di soldatini realizzati dal Gruppo Modellistico Vigevanese: soggetti napoleonici a piedi e a cavallo in 54 mm (corazzieri, Napoleone, Murat, ecc.), mini diorami “risorgimentali” di miniature di 28 mm con fanteria di linea piemontese, garibaldini, artiglieria del regno di Napoli, cavalleria piemontese e bersaglieri.

La mostra, organizzata in collaborazione con Italia Nostra di Mortara, presenta anche un’ importante documentazione prestata per l’occasione da privati.
 
 Informazioni 
Dove: scuderia del Castello, con ingresso da via Milano, 30 - Castello d’Agogna
Quando: presentazione venerdì 16 marzo 2012, ore 21.00, apertura al pubblico sabato 17 e domenica 18 (10.00-12.30 / 15.00-19.00), mentre lunedì 19 marzo la visita sarà riservata alle scuole
 

Comunicato Stampa

Pavia, 14/03/2012 (10623)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool