Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 4 giugno 2020 (1180) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1063 del 16 maggio 2003 (3794) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I fio' dla nebia - ''Baritoni''
I fio' dla nebia - ''Baritoni''

Eccoli di nuovo! I Fiò Dla Nebia, beniamini proclamati del pubblico pavese presenteranno, Venerdì 30 Maggio al Teatro Fraschini (in un concerto a scopo benefico), il nuovo album Baritoni.

Ho potuto ascoltarlo in anteprima e ho deciso di dividere la recensioni in due parti: la prima sui contenuti e la seconda sulla forma.

La prima cosa che salta all'occhio è che, per la prima volta, si tratta di album quasi interamente composto da brani inediti. Un grande sforzo, quindi, per rinnovare il repertorio e regalare ai tantissimi fans nuove canzoni.

Il disco si apre con Celebrità, una canzone dedicata al fenomeno dilagante (e perverso) del protagonismo e della smania di apparire in TV a tutti i costi. Testo azzeccato e musica orecchiabile.

Il secondo brano, Eustachi Pasino, rientra nella categoria delle canzoni a sfondo storico che da un po' di tempo ha contagiato i ''nostri''. Tutto sommato non molto in linea con quello che la gente si aspetta da loro.

La promessa è la ripresa di una ''canzonaccia'' popolare un po' sboccacciata che, prevedo, diventerà sicuramente una di quelle predilette dal pubblico: un ''tormentone'' da concerto. Bello l'arrangiamento musicale che vede protagonista il violino di Max Bernuzzi (così come un po' tutto il disco).

Te Quiero Mucho: in atmosfere in bilico tra Piazzolla e il Messico, un testo che parla di uno sprovveduto che si fa irretire da una sudamericana che lo riduce sul lastrico. Attuale il testo ma poco incisiva la parte melodica. Carino l'intervento (con voce e forbici) del barbiere Tosco.

Baritoni

Baritoni, oltre a dare il titolo all'intero album, contiene la pertecipazione straordinaria di quattro veri baritoni (Ambrogio Maestri, Enrico Marabelli, Franco Podda e Bruno Taddia) e, oltre ad una bella linea melodica, ha uno dei testi più indovinati del disco.

La Cacciata dal Paradiso ricade nel filone storico-saggistico; basato su un poemetto di Angelo Secchi, racconta (ovviamente) della Cacciata dal Paradiso. Oltre ad un'altra performance di Ambrogio Maestri, vede anche il debutto ufficiale di Benuzzi alla voce (riconoscibile dalla tipica ''erre''). Non è certo un brano che i fans potranno cantare sotto la doccia.

Pavia Milan Pavia è una storia di pendolari che ormai conosciamo bene così come Toc Nervus, piccolo vocabolario di espressioni dialettali pavesi.

Ed ecco uno dei gioiellini dell'album: Per Istinto. Negroni si ricorda di essere un cantautore di tutto rispetto e pesca dal suo repertorio in lingua italiana un brano degno di Baglioni che potrebbe ben figurare in un disco di Morandi.

Splendida canzone ben interpretata da un Silvio particolarmente ispirato.

Grammatica vede ancora all'opera (e potrebbe essere anche un doppio senso) Enrico Marabelli, Franco Podda e Bruno Taddia per un'altra canzone del genere ''piccolo dizionario tascabile di Dialetto Pavese). E la canzone si riduce a questo, nonostante il clima classicheggiante.

Secondo gioiellino: Paradis ci ripropone la coppia Negroni-Zanocco che ci aveva regalato Figli del Grigio che, tradotta in un secondo tempo in dialetto Fiò Dla Nebia, aveva dato il nome al gruppo. Raffinata e poetica, in stile Tenchiano, ripropone un romanticismo intimo tutto pavese per sentimenti e ambientazione.

I fio' dla nebia

E Tre ! Anche Parto Non Parto si rivela centratissima. Tra Svampa e Paolo Conte, uno swinghino che ci racconta la tipica indolenza pavese e la ritrosia nel lasciare la propria città, anche solo per una vacanza.

Seguendo la moda della Bonus Track, in fondo al disco ecco La Rotonda. Negroni, da solo con la chitarra, reinterpreta un motivo popolare presente in molte tradizioni regionali. Infatti La Rotonda si rivela essere la versione pavese di La Fiera ad San Lazar che Guccini incise anni fa. Data la boccaccesca natura dei fatti narrati sarà un'altra delle canzoni che il pubblico amerà alla follia, sbellicandosi in risate e ammiccamenti.

E passiamo ora alla forma.

Bella la copertina ben curata, con i testi delle nuove canzoni (tradotti in italiano) e stampata su carta patinata.

Il punto dolente, ahimè, è quello dei suoni e dell'incisione. Le voci sono poco nitide e, trattandosi di brani nuovi, il non riuscire (a volte) a capire le parole può essere un problema. Incostante la qualità del suono nei vari brani e se in alcuni raggiunge un risultato soddisfacente, in altri le chitarre sono troppo (e innaturalmente) squillanti, la batteria è da dimenticare e il basso troppo sacrificato.

Quindi 8 per le canzoni, ma un 6 scarso per l'incisione.

In ogni caso.....sarà un successo!

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 16/05/2003 (1063)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool