Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 27 ottobre 2021 (138) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Napoleone anche a Pavia
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» Il naso della Sfinge

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 10633 del 16 marzo 2012 (3484) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La storia prima di noi
La storia prima di noi
La storia prima di noi. Valle Lomellina nel XVI e nel XVII secolo è la prima tessera del mosaico che traccia i contorni organici della nostra identità comunitaria.
L’opera, voluta dall’Amministrazione Comunale nella persona del sindaco Pier Roberto Carabelli, porta la firma di Umberto De Agostino, la partecipazione di Emilia Mangiarotti e Maria Teresa Vaccarone per le ricerche d’archivio; e di chi scrive, per la realizzazione del progetto editoriale.
 
La presentazione al pubblico avverrà venerdì, a Valle, nel corso di una serata che oltre all’autore, vedrà protagonisti anche Mara Cherubini, Pinuccia Zanone e Gianpiero Fusani, che leggeranno alcuni brani del libro, intervallati da stacchi musicali eseguiti al pianoforte da Laura Fusani.
 
La storia prima di noi è il frutto di una ricerca condotta con metodo scientifico che ha consentito di fare luce sulla linfa vitale che scorreva a Valle Lomellina, senza per questo distogliere l’attenzione dalla storia maggiore che inesorabile lambiva e modificava la nostra cultura.
Le pagine scritte da Umberto De Agostino evidenziano, tra le altre peculiarità, che la nostra è stata una comunità perspicace e laboriosa che ha progettato e realizzato un’arteria irrigua ancora oggi utilizzata sul territorio: la Roggia di Valle.
Il capitolo riguardante le visite pastorali costituisce un aspetto fondamentale per comprendere il periodo storico in esame: da queste elencazioni articolate e molto dettagliate, traspare sempre più l’importanza politica del nostro piccolo agglomerato urbano nel contesto religioso e civile dell’epoca.
I cartigli ci dicono anche della profonda devozione alla Madonna di Casaletto e della crescente generosità dei nostri antenati al sopraggiungere dei bisogni del numeroso clero allora presente in paese, mentre le diverse Compagnie, Congregazioni e Confraternite sorte a Valle costituivano un aspetto molto significativo del fermento religioso di quei secoli che, in alcuni momenti, sfociava in una spiccata rivalità di impronta identitaria.
E poi non mancano accenni sul lento e grigio fluire del tempo nei suoi aspetti più comuni e dimessi, ridestati a volte dal clamore suscitato dalle debolezze umane che attraversano da sempre e in ogni epoca la vita delle comunità. Valle non poteva esserne esente e chi ha collaborato a quest’opera non poteva esimersi dal raccontarle.
 
La storia prima di noi è un ponte che congiunge due versanti storici: da una parte, s’intravedono le luci e le ombre del Medio Evo, dall’altra i clamori e le gesta del secolo dei Lumi.
Le carte rinvenute sono un libro aperto sull’altana, un attimo di riflessione e poi inizieremo un altro percorso di ricerca: a ritroso nel tempo come vorrebbe il sindaco Pier Roberto Carabelli, che nella presentazione scrive “Io vorrei risalire la china degli anni sino a incontrare la fonte prima della nostra vita di comunità”, o con lo sguardo proteso verso la nostra storia più recente?
 
 Informazioni 
Dove: sala polifunzionale “Alessandro Savini”, in Corte Granda – Valle Lomellina
Quando: venerdì 23 marzo 2012, ore 21.15
 

Comunicato Stampa
a cura di Marco Feccia, presidente della biblioteca comunale di Valle Lomellina

Pavia, 16/03/2012 (10633)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool