Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 27 novembre 2020 (340) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Passeggiata cinofila notturna
» Passeggiata naturalistica a San Ponzo
» Festa del Parco a Casei Gerola
» Erbe dalla natura al piatto
» Il Sentiero delle Fontane... con pic-nic tipico
» Sulla Via delle Farfalle
» A caccia di tartufi
» A spasso tra fossili, sedimenti e rocce
» A cena con le lucciole
» Bosco in festa!
» L’arte di essere un genitore… A contatto
» Ciclo-staffetta tra i parchi del Ticino e del Po
» Una giornata da trapper!
» Bioscambio
» La notte degli allocchi e dei profumi
» Ancora a Caccia di Uova…
» Q di…quercia!
» Terre d’acqua, scrigno di vita
» Il bosco e i suoi abitanti al chiar di luna
» Luna di ghiaccio

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 10706 del 5 aprile 2012 (2734) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
L'Erba-Voglio... cresce in Oltrepò
L'Erba-Voglio... cresce in Oltrepò
L’Erba-Voglio non esiste nemmeno nel giardino del re… Eppure con circa quaranta specie presenti, il territorio dell’Oltrepò Pavese è uno dei più ricchi di erbe selvatiche commestibili.
Quest’abbondanza trova riscontro in numerose ricette locali della tradizione contadina, la cui origine risale già alle prime civiltà mediterranee e che, attraverso la storia degli orti botanici, sono giunte fino a noi.
Dopo anni di oblio a favore della cultura del supermercato, esse vengono ora riscoperte ed apprezzate per il loro valore nutritivo e salutistico.
Per far scoprire questa ricchezza, l’associazione ricreativa culturale Calyx, in collaborazione con un agriturismo di Rivanazzano, ha organizzato per domenica prossima e la successiva due giornate durante le quali sarà possibile gustare nonché imparare a trovare, raccogliere e cucinare le erbe locali commestibili reperibili in natura.
 
L’iniziativa consiste in una passeggiata didattica, della durata di 2 ore circa, immersi nel dolce paesaggio delle prime pendici collinari della Valle Staffora.
 
Due esperti naturalisti impartiranno una lezione sul campo, guidando i partecipanti lungo un facile percorso campestre tra le colline, durante il quale mostreranno via via le varie specie di erbe selvatiche commestibili presenti.
Di ognuna verranno illustrate le caratteristiche e le istruzioni sui tempi e sui modi di ricerca e raccolta, nonché su preparazione e conservazione.
 
A seguire, presso l’agriturismo, si parteciperà ad un’aperi-cena (con servizio al tavolo) a base di piatti della tradizione oltrepadana elaborati con le erbe selvatiche conosciute durante il percorso.

Al termine del rinfresco, lo chef della struttura illustrerà la preparazione in cucina dei piatti presentati, consegnando a tutti i partecipanti un ricettario personalizzato a ricordo dell’evento.
 
L’organizzazione raccomanda ai partecipanti di indossare calzature comode ed un abbigliamento adatto ad un’escursione campestre.
 
 Informazioni 
Dove: Colline di Rivanazzano Terme (ritrovo presso l’Agriturismo Chiericoni)
Quando: domenica 15 e 22 aprile 2012, ritrovo ore 14.30 – termine attivitàverso le 18.30.
Partecipazione: è richiesta la prenotazione possibilmente con almeno 2 giorni di anticipo rispetto alle date degli eventi.
Per informazioni sulle quote di partecipazione e per prenotare contattare l’Ass. Calyx - e-mail: andrealafiura@gmail.com, tel. 349/5567762 (Andrea La Fiura)      
 
 
Pavia, 05/04/2012 (10706)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool