Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 21 ottobre 2020 (941) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 10948 del 15 giugno 2012 (4067) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
"Tutti Pazzi per Marco Pazzi"

Non si erano ancora spenti gli echi del concerto tenuto in Piazza della Vittoria in ricordo di Paolo Buccelli (concerto riuscitissimo, nonostante la lunga sospensione per la pioggia) che già il Martedì sera, al Boschetto di Torre d’Isola, un gruppo di amici si riuniva per commemorare i 10 anni dalla scomparsa di Marco Pazzi, musicista ed amico.

Quando Carlo Andreoli mi ha telefonato, a metà della settimana scorsa, ero nel pieno della “bagarre” dell’organizzazione del concerto di Domenica e, seppur con dispiacere, ho dovuto rispondergli che non mi restava tanto tempo per aiutarlo per questo secondo appuntamento; avrei fatto quello che potevo ma avrei sicuramente partecipato alla serata. Ed è quello che ho fatto.
Non si sa bene come, ma il “passaparola” ha funzionato e Martedì sera, oltre a me, Carlo Andreoli, tanti amici e parenti di Marco, c’erano anche Claudio Cabrini, i fratelli Rende (Vince e Lopez), Fabio Casali, Luigi Scuri e il gruppo di Marco, i Mod.740, che non suonavano più insieme da un decennio.

Sopra il palco, uno striscione recitava “Tutti Pazzi per Marco Pazzi” e sulle pareti del locale erano distribuite gigantografie di Marco, prese in varie pose e varie epoche.
Musica, quindi, ma non solo; tanti sono stati quelli (tra cui il sottoscritto) che hanno voluto testimoniare con parole e aneddoti l’affetto e il ricordo di Marco.
La serata non ha seguito un copione precisa, ma ha rispecchiato il carattere di “spirito libero” di Pazzi, lasciando un po’ al caso il succedersi degli avvenimenti.
C’erano anche la sorella e le due figlie di Marco che, felici e sorprese di scoprire aspetti del padre che non conoscevano, giravano per il locale chiedendo, curiose, sempre più notizie.

Una serata un po’ “naiff”, tenera, commossa e piacevole.
Bello scoprire che in fondo gli amici, quelli veri, non ti lasciano mai del tutto e restano vivi e presenti nella memoria e nel cuore. 

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 15/06/2012 (10948)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool