Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1005) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 10976 del 26 giugno 2012 (2391) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con l’Islanda
A tu per tu con l’Islanda
È in calendario per giovedì sera il quinto appuntamento con l’edizione 2012 del Festival Ultrapadum: la rassegna di musica en plein air diretta da Angiolina Sensale fa tappa a Casteggio nella suggestiva Certosa Cantù con una serata tutta dedicata all’Islanda.
 
Protagonista dell’evento il Coro di Askirkja, direttamente da Reykjavik, impegnati in una tournée internazionale che comprende anche l’Italia.
Musica ed immagini per uno spettacolo che porterà il pubblico in un viaggio musicale all’estremo nord del mondo in una terra che evoca eremiti, spiriti delle foreste e dei ghiacci, vichinghi e streghe, folletti e fate.
Un sottofondo d’immagini suggestive della bellissima isola porteranno il pubblico in questo lembo di estremo Nord d’Europa, ricreando l’atmosfera viva ed affascinante di questa terra da sogno.
 
Il Coro di Askirkja è stato fondato nell’autunno 2001 ed è formato da professionisti di grande esperienza sia come solisti sia come coristi.
Nell’ anno 2004 ha pubblicato il cd “Það er óskaland íslenskt” con canzoni islandesi e nel  2008 il cd “Það aldin er út sprungið” con canzoni e salmi di natale.
Il repertorio del coro include lo Stabat Mater di Dvořák, Gloria in Re maggiore di Vivaldi, Missa Brevis di Mozart, Johannes-Passion di Bach, Die Schöpfung di Haydn e Porgy & Bess di Gershwin con l’Orchestra Nazionale Islandese…
 
In questa data del loro tour italiano l’ensemble proporrà invece una ventina di brani della tradizione popolare islandese
 
Ísland, farsælda frón (Islanda, paese fortunato): Canzone popolare, poeta Jónas Hallgrímsson
 
Land míns föður (La patria): compositore Þórarinn Guðmundsson / poeta Jóhannes úr Kötlum, poesia di 1° premio il 17 di giugno 1944, l’anno di libertà

Hver á sér fegra föðurland... (Chi ha la patria più bella...): compositore Emil Thoroddsen / poeta Hulda, poesia di 1° premio il 17 di giugno 1944, l’anno di libertà

Yfir voru ættarlandi... (Sopra la nostra patria...): compositore Sigfús Einarsson / poeta Steingrímur Thorsteinsson

Ísland ögrum skorið... (Islanda le tue fiordi...):compositore Sigvaldi Kaldalóns / poeta Eggert Ólafsson

Þótt þú langförull legðir (Il viaggiatore): compositore Sigvaldi Kaldalóns / poeta Stephan G.Stephansson

Sveitin mín (La mia campagna): compositore Bjarni Þorsteinsson / poeta Sigurður Jónsson frá Arnarvatni

Í Hlíðarendakoti (Nella fattoria Hlíðarendi): compositore Friðrik Bjarnason / poeta Þorsteinn Erlingsson

Abba-labba-lá: compositore Friðrik Bjarnason / poeta Davíð Stefánsson

Ég beið þín lengi, lengi (Ti aspettavo mia bellissima fiordaliso): compositore Páll Ísólfsson / poeta Davíð Stefánsson

Fyrirlátið mér (Perdonatemi): compositore Jón Ásgeirsson / dalla poesia Lilja di Eysteinn Ásgrímsson
Smávinir fagrir (Amici, piccoli e belli) : compositore Jón Nordal / poeta Jónas Hallgrímsson

Til þín, Drottinn hnatta og heima (A te, dio delle pianete e dei mondi): compositore Þorkell Sigurbjörnsson / poeta Páll V. G. Kolka

Haustvísur til Máríu (Poesia d’autunno per Maria): compositore Atli Heimir Sveinsson / poeta Einar Ól. Sveinsson

Brátt mun birtan dofna (Fra poco la luce diminuisce): compositore Sigfús Einarsson / poeta Guðmundur Björnsson (Gestur)

Sumri hallar (Fine l’estate): Canzone popolare, arrangiatore Róbert A. Ottóson 

Tíminn líður trúðu mér (Credimi, tempo passa): Canzone popolare, arrangiatore Árni Harðarson 

Krummavísa (Poesia del corvo): Canzone popolare, arrangiatore Jón Ásgeirsson 

Augun mín og augun þín... (Occhi miei e occhi tuoi...): Canzone popolare, arrangiatore Jón Ásgeirsson / poeta Rósa Guðmundsdóttir

Sofðu, unga ástin mín (Dormi, piccolo amore): Canzone popolare, arrangiatore Jón Ásgeirsson
 
Al termine del concerto, l’'organizzazione allestirà, come sempre, un banco d’assaggio delle tipicità locali: formaggi, salumi, vino, dolci della food valley pavese.
 
 Informazioni 
Dove: Certosa Cantù – Casteggio
Quando: giovedì 28 giugno 2012, ore 21.15
Ingresso: 10,00 euro
Per informazioni: Società dell’Accademia di Voghera, tel. 335/6680112
 
 
Pavia, 26/06/2012 (10976)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool