Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 gennaio 2021 (349) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 11154 del 20 settembre 2012 (2385) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
In vespa verso il Farmers' Market
In vespa verso il Farmers' Market
Il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia anche questa domenica si fa itinerante e si sposta con le sue eccellenze enogastronomiche locali dall’area antistante il complesso monumentale a pochi chilometri dal capoluogo in quel di Fortunago, borgo di poche centinaia di abitanti facente parte del circuito dei “Borghi più belli d’Italia”, situato sulle suggestive colline dell’Oltrepò a circa 480 metri sul livello del mare.
L’occasione è data dal Campionato Italiano Rievocazione Storica 2012 del Moto Vespa Club di Fortunago che si terrà domenica 23 Settembre .
 
Dalle 9 alle 18 i produttori che aderiscono a questa iniziativa saranno a disposizione di vespisti,  turisti del gusto, fooders, curiosi golosi ed enogastronauti con le loro specialità e i loro banchi d’assaggio e acquisto. Oltrepò, Lomellina e Pavese sono qui rappresentati con il meglio dei loro prodotti tipici: salame e patè d'oca, Salame di Varzi, v, salse, funghi, specialità dolciarie come le offelle di Parona. Ospiti fissi i vini, i succhi e le passate del Monferrato. Sarà possibile inoltre trovare la pasta fresca, dolcezze al cioccolato, grappa e liquori, birra artigianale, formaggi della Val Staffora, vaccini e di capra. Una vetrina per le tipicità a filiera corta di questo triangolo del gusto steso tra le province di Pavia, Alessandria e Piacenza.
Tra le prelibatezze da degustare e acquistare anche il salame di struzzo, vini DOC dell'Oltrepò Pavese, formaggi tipici, riso del Pavese, miele.
 
Fortunago fa parte del circuito de I Borghi più belli d’Italia: il suo Primo Cittadino, Pierachille Lanfranchi, è tra i vice presidenti del club dedicato alle più belle località del Belpaese.
Il nome rivela le origini celtiche del luogo: la fonte d’acqua perenne qui situata darebbe infatti origine alla denominazione (Fortunacus ha desinenza -aco che è contrazione di mag, ovvero casa presso un'acqua). Secondo un’altra scuola di pensiero, invece,  il nome rimanderebbe alla dea Fortuna, a memoria di un tempio dedicato alla divinità pagana. 
Ma l'ingresso nell'Olimpo dei Borghi più belli d'Italia Fortunago lo deve a un attento e funzionale recupero delle atmosfere del passato: le facciate tutte in pietra a vista, i serramenti di legno in tinta naturale, la pavimentazione delle strade in mattonelle di porfido, l'illuminazione curata e soffusa, le panchine di legno, i cestini in ghisa, l'attenzione estrema per il verde pubblico, rendono questo paese adagiato sulle colline dell'Oltrepò pavese un perfetto esempio di equilibrio tra modernità e tradizione.
Il recupero architettonico nel rispetto delle forme e dei materiali originari implica che alluminio, tapparelle, intonaci lisci siano banditi. Ed è così che in Fortunago rivive con naturalezza e semplicità quel piccolo mondo antico fatto di eventi minimi e di nostalgia per ciò che non c'è più.
 
 Informazioni 
Dove: centro storico - Fortunago
Quando: domenica 23 settembre 2012, dalle 9.00 alle 18.00

 
 
Pavia, 20/09/2012 (11154)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool