Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 23 settembre 2020 (866) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 11650 del 16 aprile 2013 (4340) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Immagini, libri e carte
Immagini, libri e carte
Il Comitato Pavia Città di S. Agostino in occasione della XLV Settimana Agostiniana Pavese  inaugura la mostra “Immagini, libri e carte. Iconografia pavese di Sant'Agostino e materiali della Biblioteca Universitaria”, a cura di Luisa Erba e Carla Mazzoleni.
 
L’indagine sui libri, in particolare manoscritti e incunaboli, conservati presso la Biblioteca Universitaria ha consentito in primo luogo di distinguere con chiarezza le due diverse biblioteche di provenienza, dei Canonici Regolari e degli Eremitani di Sant’Agostino, e di mettere a fuoco alcune loro peculiarità.
L’approccio si rivela fondamentale per qualsiasi futuro approfondimento nel difficile percorso di una ricostruzione, almeno virtuale, di due biblioteche monastiche, attigue ma non comunicanti, dotate ciascuna di un proprio importante scriptorium con miniatori e amanuensi famosi, richiesti anche dall’esterno e adeguatamente compensati per la loro attività.
È altrettanto interessante il discorso relativo alla porzione di archivio degli Eremitani pervenuta alla Biblioteca. Le cartelle contengono pergamene, mappe, disegni, appunti, atti notarili, registri, fascicoli a stampa indispensabili per la conoscenza dell’insediamento pavese e naturalmente anche delle vicende della chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro, dell’arca, e delle reliquie di Sant’Agostino.

L'evento sarà preceduta nella mattinata di sabato dalla presentazione del libro “San Pietro in Ciel d’Oro a Pavia, Mausoleo Santuario di Agostino e Boezio. Materiali antichi e problemi attuali”, a cura di Maria Teresa Mazzilli Savini.
 
Il volume miscellaneo, realizzato con un co-finanziamento della Fondazione Comunitaria di Pavia, raccoglie i contributi presentati da studiosi italiani e stranieri ai convegni storico artistici su San Pietro in Ciel d’Oro organizzati dal Comitato tra 2009 e 2011 e presenta gli esiti di alcune analisi scientifiche su materiali, recentemente scoperti, che si sono rivelati molto antichi.

Con un accattivante e ricco corredo di illustrazioni il libro offre un nuovo modo di vedere la storia della devozione per le reliquie del filosofo romano accanto a quelle del dottore della Chiesa che, prima portate dall’Africa in Sardegna, intorno al 725 da lì erano state traslate in Pavia per volere del re Longobardo Liutprando, che elesse la sua sepoltura vicino al Santo.

La basilica divenne uno dei “santuari” più significativi d’Europa, citato da Dante, Petrarca e Boccaccio: lì i Visconti furono sepolti in attesa del completamento del loro mausoleo alla Certosa e la chiesa oggi continua ad attrarre a Pavia visitatori da tutto il mondo. Il libro spiega gli aspetti artistici della chiesa romanica con sculture e mosaici, della gotica arca marmorea di Sant’Agostino, dei raffinati arredi dispersi, della sacrestia meridionale andata distrutta, presentando contemporaneamente i problemi connessi con le esigenze conservative e con l’adeguamento alle funzionalità liturgiche e devozionali.
 
 
 Informazioni 
Dove: Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria. Strada Nuova, 65, Pavia

Mostra Immagini libri e carte
Quando: dal 20 aprile al 14 agosto 2013, lunedì-venerdì: 8.30-18.30; sabato: 8.30-13.30; dal 15 luglio al 14 agosto: lunedì-sabato: 8.30-13.30

Presentazione del libro
Quando: 20 aprile 2013, dalle 9.30 alle 13.30
 

 
 
Pavia, 16/04/2013 (11650)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool