Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 20 ottobre 2020 (945) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 11655 del 17 aprile 2013 (3444) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Duo Parrino al Mezzabarba
Duo Parrino al Mezzabarba
Stefano (flauto) e Francesco Parrino (violino), protagonisti del prossimo appuntamento con “I Concerti di Palazzo Mezzabarba” collaborano musicalmente da una vita, essendo fratelli oltre che colleghi.

Sono membri fondatori del Trio Albatros Ensemble, uno dei gruppi cameristici più interessanti nel panorama musicale italiano,e possono vantare collaborazioni con alcuni dei più significativi compositori moderni e contemporanei. Tra i futuri impegni vi sarà il loro debutto come duo solistico (in concerti di Vivaldi e Cimarosa) con la Filarmonica di San Pietroburgo nella storica Sala Grande.
 
Stefano Parrino, pluridiplomato nelle più importanti scuole musicali europee (Milano, Ginevra,
Londra, Parigi e Lugano), con docenti come Peter-Lukas Graf, Maxence Larrieu, Patrick Gallois e William Bennett, si dedica all’attività concertistica sia come solista che come camerista. Si è esibito in Europa, Nord e Sud America, ottenendo sempre ampi riscontri di pubblico e di critica.
Come solista ha collaborato con importanti orchestre da camera ha anche suonato in diretta radiofonica per la RSI con l’Orchestra della Svizzera Italiana di Lugano diretta da Emmanuel Siffert, e su RAI 3 (sia radio che televisione) con l’Orchestra Sinfonica “Arturo Toscanini”, direttore Stephen Alltop. A San Pietroburgo ha eseguito il Concerto di Mercadante con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, diretta da Sergio Monterisi, e a Palermo ha suonato il Concerto di Kachaturian con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Salvatore Percacciolo. Affianca all’attività concertistica quella di docente con master class in tutta l’Europa, Sud e Nord America. Attualmente insegna presso il Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina. Stefano è un artista Yamaha e suona su un flauto All Gold 994C ed un flauto in legno 894W.

 
Francesco Parrino fin da giovanissimo ha mostrato forte passione e notevole talento per il violino,
doti riconosciutegli dal grande chitarrista Alirio Diaz che, incoraggiandolo a perseguire la carriera musicale, lo ha definito una “brillante promessa dell’arte violinistica italiana”.
Da allora ha ottenuto ampi consensi di pubblico e di critica per la sua musicalità, un blend d’espressività appassionata e assoluto rispetto per la partitura che ha spinto Mario Messinis, un decano dei critici musicali italiani, a parlare a proposito delle “fedeli esecuzioni dell’intenso violinista Francesco Parrino”, e Alberto Cantù, il più influente storico italiano del violino, non solo a sottolineare come sia “una meraviglia il suono terso e dalle volatine ariose o di diamante del violino di Francesco” ma anche a definire il suo approccio interpretativo “esemplare per come le complessità sono poeticamente risolte con agio”. Ha vinto vari premi nazionali e internazionali e
si è esibito sia come solista che come camerista in Europa e nelle Americhe. Ha curato le prime esecuzioni di lavori di Marco Betta, Paolo Furlani e Ennio Morricone. Suona su due bei violini: un Gaetano Gadda (1950 circa) e un Giuseppe & Antonio Gagliano (1790-1805 circa) che gli è stato generosamente prestato dagli eredi del grande direttore d’orchestra Gino Marinuzzi. Possiede
tre preziosi archi: due Benoit Rolland e un Eugène Sartory del 1930 donatogli da un anonimo ammiratore.
È anche un impegnato docente di violino e, attualmente fa parte dello staff docente del Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia.
 
In programma per domenica mattina:
Georg Philipp Telemann - Sonata Canonica TWV 40:102
Franco Donatoni - Ciglio II (1984)
Bartolomeo Campagnoli - Duo in mi maggiore Op. 2, n.1 Allegro, Rondò
Antonella Barbarossa - Amor Servi (2012)
Ignaz Pleyel - Duo in fa maggiore Op. 5, n. 2 Allegro moderato, Minuetto Trio, Andante (Tema con variazioni)
 
 
 Informazioni 
Dove: Sala del Consiglio di Palazzo Mezzabarba, Piazza del Municipio - Pavia
Quando: domenica 21 aprile 2013, ore 11.00
Ingresso: libero
 

Comunicato Stampa

Pavia, 17/04/2013 (11655)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool