Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 29 novembre 2020 (386) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Solstizio d'inverno, il ritorno della luce
» C’è vita la fuori?
» Appuntamento con l’eclissi parziale di Luna
» L’autunno arriva sul “cavallo alato”
» Ammassi globulari e costellazioni
» Miti e costellazioni del cielo estivo
» I colori della luce: lo spettroscopio
» Incantati dalla Luna
» Tra le Erbe di San Giovanni
» Marte e... il Lupo
» Alla scoperta del Guardamonte
» Dalla nascita dell'universo alla scoperta di Marte
» La ricerca di una nuova terra: gli esopianeti
» Guarda che luna…
» Le pietre del cielo. L’uso delle meteoriti nella storia dell’uomo
» Poker d’… Astri
» Da Yuri Gagarin a Samantha Cristoforetti
» Camminando tra cielo e terra
» Archeologia e stelle all’equinozio di primavera
» News dallo spazio

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 11658 del 19 aprile 2013 (3467) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il cielo di Dante
Il cielo di Dante
Come si immaginava il cielo Dante? Qual era la sua cosmologia, la sua concezione dell’Universo?
A partire dalla concezione medievale del Cosmo (con le sfere in cui regnavano i pianeti, l’ultima delle quali era quella delle stelle fisse, con il sistema tolemaico geocentrico, la sfericità della Terra,…), i partecipanti alla serata Il cielo di Dante, organizzata dal Planetario e Osservatorio di Cà del Monte, si immergeranno nel mondo celeste attraverso i passaggi danteschi che collegano l’Inferno, il Purgatorio, il Paradiso.
 
Attraverso il planetario verrà presentata la teoria dell’Universo di Dante (“pellegrino” per eccellenza) accompagnata dai versi delle tre cantiche della Commedia, tra letteratura e astronomia; si riascoltanno anche quei versi per i quali, secondo alcuni critici, il Poeta fu anticipatore dell’Universo relativistico del Novecento…
 
In questo viaggio, la visione medievale del cosmo si sposa con le vie che conducevano i pellegrini nei loro viaggi, a partire dal più famoso percorso (il sentiero per Santiago de Compostela - Santiago de campus stellae) che non a caso era anche chiamato Via Lattea… Un’occasione unica per ripercorrere la storia con gli occhi volti alla natura e al cielo sopra le nostre teste, immedesimandosi nei viaggiatori d’un tempo che utilizzavano le stelle per orientare il proprio cammino.
 
Al termine dello spettacolo, l’osservazione notturna guidata del cielo stellatoa occhio nudo con i puntatori laser (per imparare a orientarsi e riconoscere costellazioni e pianeti), con i binocoli giganti e i telescopi.
Nello splendore del cielo primaverile, mentre ci abbandonano le scintillanti costellazioni invernali (Orione con la sua meravigliosa Nebulosa M42 di formazione stellare, i suoi segugi - Cane Minore e Cane Maggiore, con la luminosissima Sirio -, il Toro in cui si “proietta” Giove), si andrà alla scoperta di ammassi stellari (tra cui l’Ammasso dell’Alveare o del Presepe nel Cancro e il Grande Ammasso in Ercole), e di lontane Galassie (nelle costellazioni di Leone, Vergine e Chioma di Berenice)… 
 
Anche la Luna, la damigella celeste, prossima al plenilunio, si offre splendida all’osservazione (con i suoi crateri bagnati dalla luce radente, i mari sterminati, i picchi delle montagne, i misteriosi domi,…), mostrando bellissime visioni sul terminatore - la linea che divide virtualmente la parte in luce da quella in ombra e fa risaltare i bordi dei crateri, i monti… -; intanto, anche il “signore degli anelli”, il gigante Saturno, si mette in mostra nel suo pieno fulgore, pronto all’opposizione del prossimo 27 aprile…
 
 Informazioni 
Dove: Osservatorio Astronomico G. Giacomotti, Località Cà del Monte – Cecima
Quando: mercoledì 24 aprile 2013, ore 21.30
Ingresso: 7 euro, ridotto 5 per i ragazzi al di sotto dei 18 anni, gratuito per i possessori di tessera.
Per informazioni e prenotazioni: e-mail: osservatorio@osservatoriocadelmonte.it, tel. 327/2507821 – 327/7672984
 
 
Pavia, 19/04/2013 (11658)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool