Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 26 ottobre 2020 (203) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 11727 del 24 maggio 2013 (2665) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
700Pop
700Pop
Sono giovani e gagliardi, hanno in mente una musica semplice, ma incisiva. Trascinante a tal punto da essere suonata nelle piazze e per la gente. Arricchiscono la sezione dei bassi per far arrivare il suono a tutto il corpo e non solo alle orecchie.
Sono considerati innovatori anche se la loro musica sta per diventare “classica”.

Sono giovani e milanesi. Si chiamano Brioschi, Chiesa, Sammartini, Chelleri, Lampugnani. Stanno per compiere una rivoluzione che manderà in pensione lo stile barocco attraverso una nuova impronta strumentale: via ogni sofisma e ogni “barocchismo”, semplificazione del contrappunto, tonalità maggiori, frasi lineari e incisive.
 
Per una sfortunata congiuntura storica i loro nomi verranno travolti e dimenticati sotto le macerie del tempo. Sono giovani e sottoterra da secoli.
Oggi la loro musica ritorna con tutta la sua forza “pop”, grazie a una storia curata da Andrea Taddei in un’emozionante rilettura sonora di Vanni Moretto con l’orchestra Atalanta Fugiens.

Entrambe ci arrivano dritte al cuore, ci parlano di un passato così presente e di un tempo che è anche il nostro tempo.
 
 
 Informazioni 
Quando: lunedì 27 maggio 2013, ore 21.00
Dove: Aula Magna Collegio Ghislieri, piazza Ghislieri - Pavia
Ingresso: da 6.00 a 18.00 euro
 

Comunicato Stampa

Pavia, 24/05/2013 (11727)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool