Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 3 giugno 2020 (1047) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1188 del 30 giugno 2003 (1816) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Blur - Think Tank
Blur - Think Tank

Settimo disco dei Blur, che sembrava quasi si fossero sciolti viste le numerose avventure solistiche di Damon Albarn (vedi Gorillaz e musiche africane del Mali). Non c'è più Graham Coxon e Damon Albarn ha il pieno comando della ''nave''.

Le nuove esperienze del leader si sentono tutte e la mancanza della chitarra porta ad un eccesso di effettistica.

Potevamo stupirvi con gli effetti speciali, avrebbe potuto chiamarsi questo disco: intendiamoci, non sto parlando di megaproduzione alla Pink Floyd, ma piuttosto di un insistere su trovate dia sala di registrazione che, a lungo andare, mostrano la corda e perdono di originalità ed interesse.

Edizione Speciale

L'eccessivo uso di riverberi, di sonorità con finti errori, di suoni appositamente imbruttiti per renderli interessanti e curiosi, errori lasciati a bella posta, non fanno altro che distrarre da quelle che sono in realtà delle composizioni di ottimo livello e che potrebbero vivere tranquillamente di vita propria anche suonate semplicemente con l'ausilio di un solo strumento.

Purtroppo, in questo momento, c'è troppa attenzione alla forma che, snobbisticamente deve apparire a tutti i costi ''povera'', diversa e curiosa. Sembra che certi autori abbiano paura di mostrare il proprio prodotto ''nudo'', quasi non fossero completamente convinti di quello che fanno.

I Blur

In complesso però è un buon lavoro e, per buona pace di quelli che amavano i Blur dei tempi del BritPop, aggiungerò che il gruppo è ormai lontano anni luce dalla musica delle origini anche se, a voler ben guardare, la linea melodica di alcune canzoni (benchè abilmente mascherata) denuncia ancora chiaramente quella origine.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 30/06/2003 (1188)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool