Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 22 ottobre 2020 (161) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 12093 del 11 dicembre 2013 (2941) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Concerto di Natale
Concerto di Natale

Il duo pianistico Datteri-Lencioni, protagonista del prossimo appuntamento con i Concerti d Palazzo Mezzabarba, si è formato nell’aprile 1998 con l’intento di unire le due personalità musicali e approfondire un aspetto del pianoforte non conosciuto ed apprezzato quanto lo strumento solistico.

Sin dalla nascita ha avuto modo d’imporsi nel panorama cameristico italiano partecipando a Concorsi Nazionali e Internazionali risultando sempre premiato: Primo Premio Assoluto al Concorso Europeo - Moncalieri e al Concorso Pianistico Città di Albenga, Secondo Premio Assoluto (con Primo non assegnato) al Concorso Internazionale Biennale Carlo Soliva, Secondo Premio alla Coppa Pianisti d’Italia di Osimo e al Concorso di Esecuzione Musicale Città di Genova, Rospigliosi, Terzo Premio al Concorso Internazionale Camillo Togni, al Premio Internazionale Val Tidone, al Riviera della Versilia e al Liburni Civitas.

Si sono diplomati in Musica da Camera (corso triennale) presso l’Accademia di Imola nel Settembre 2002 con il Master (la menzione speciale, data solo in casi eccezionali).
Sempre come duo hanno partecipato a una Masterclass con il M° Bruno Canino, che ha scelto loro come esecutori del concerto di chiusura del corso; con il M° Konstantin Bogino; si sono inoltre perfezionati presso il Mozarteum di Salisburgo con il M° Aquiles Delle Vigne, esibendosi in un recital alla Wiener Saal.

Grazie a questi risultati il duo è stato invitato a tenere concerti in varie città e per nume-rose Associazioni Concertistiche, dagli Stati Uniti a varie capitali europee (Barcellona, Copenaghen, Parigi, Varsavia, Amburgo, ecc).

La mattinata prevede:

W. A. Mozart - Ouverture da Il Flauto Magico
G. Bizet - Ouverture da Carmen
G. Rossini - Ouverture da Il Barbiere di Siviglia (arr. A. Schoenberg)
G. Puccini - Crisantemi (arr. Datteri-Lencioni)
F. Liszt - Les Préludes
M. Ravel - La Valse

«Questo programma nasce dalla curiosità di cercare i motivi insiti nel concetto di modifica, trascrizione, del materiale musicale. In particolare sappiamo bene dei motivi puramente “commerciali” per cui la letteratura per duo pianistico si sviluppa ampiamente e coinvolge qualsiasi genere, dalla composizione orchestrale fino alla trascrizione operistica.

Ma a parer nostro, sotto questo aspetto meno nobile, o almeno solo positivo per ciò che concerne l’aspetto divulgativo (il duo pianistico ha fra le sue peculiarità di nascere anche con l’intento di poter riprodurre in ambito ristretto grandi composizioni orchestrali; così Sinfonie, Opere, Concerti potevano essere ascoltati da auditori salottieri ed eseguiti da giovani pianisti o dagli stessi compositori/trascrittori). Molti grandi compositori hanno visto nell’occasione di utilizzare la trascrizione per due pianoforti, ma addirittura del quattro mani su un pianoforte, la possibilità di esprimere una tessitura e un ampliamento dei registri talvolta impossibili da realizzare per un solo pianista. Ecco quindi che il virtuosismo strumentale può mutare dal “semplice” atto fisico a una richiesta di maggior attenzione, cura, eleganza dell’aspetto interpretativo.

E come per miracolo, se ci dimentichiamo le grandi sonorità di orchestre ma ascoltiamo la musica in sé, ci accorgiamo che il significato della stessa rimane immutato, ci emoziona, ci coinvolge senza che niente manchi all’ascoltatore».

 
 Informazioni 
Dove: Palazzo Mezzabarba, piazza del Municipio - Pavia
Quando: domenica 15 dicembre 2013, ore
Ingresso: libero

 
 
Pavia, 11/12/2013 (12093)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool