Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 27 ottobre 2020 (159) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 12199 del 20 febbraio 2014 (2621) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Gli angeli di Jono Manson...
Gli angeli di Jono Manson...

Se l’appuntamento della scorsa settimana al Trapani ha rivelato un cantautore strabiliante, emozionante, dotato di una voce di una bellezza incredibile (tra Randy Newnam e Leonard Cohen) sinora sconosciuto in Italia, quello di questa settimana ci riporta uno statunitense che abbiamo ormai imparato ad amare e che ha appena prodotto il nuovo album dei “nostrani” Mandolin’ Brothers, “Far Out”.
Sto parlando del songwriter americano Jono Manson che, a distanza di due anni dal suo ultimo concerto pavese, torna per presentare il suo nuovissimo album “Angels on the other side”.

Attivo dall’inizio degli anni novanta come leader della band degli “Worms”, Jono Manson è stato uno degli elementi di spicco della scena newyorkese insieme a Blues Traveller, Joan Osborne (famosa in Italia per la hit  “One of us”) e agli stessi Spin Doctors. Innumerevoli sono gli album pubblicati e prodotti da Manson nel corso degli anni, tra questi i recenti “November” e “Summertime” a cui hanno partecipato musicisti di spicco come il chitarrista Kevin Trainor e John Popper, ma altrettanto fitta è l’esperienza come produttore e performer. Nel corso degli anni Jono ha diviso il palco con nomi del calibro di Bo Diddley, Joan Baez e Carole King fino ad accompagnare al Madison Square Garden di New York Bruce Springsteen, Steve Earle e Pete Seeger. 

Innamorato dell’Italia, tanto da aver vissuto per diversi anni in Liguria, Manson nel nostro Paese ha stretto molte amicizie che sono poi sfociate in bellissime collaborazioni come quella con i Barnetti Bros (Bubola, Larocca, Parodi) per l’album “Chupadero” e quella rgià citata con i Mandolin’ .

Il nuovo disco “Angels on the other side” testimonia lo stato di grazia di Jono Manson da quando si è trasferito a Sanfa Fe in New Mexico e ha costruito il suo studio di registrazione nel cuore delle terre sacre dei Nativi d’America; Manson ha maturato un suono solido che mette in evidenza tutte le sue influenze musicali e in particolare quell’anima blues e soul che caratterizza anche le sue trascinanti performance live.

Gli angeli, visibili e invisibili, sono il leit motiv di questo disco le cui canzoni potrebbero far parte della colonna sonora di un film, magari del prossimo dei suoi cugini Ethan e Joel (Coen) o del suo caro amico Kevin Costner (a cui Jono ha insegnato a suonare la chitarra e per cui ha composto la colonna sonora di “The postman”). La versione italiana dell’album, edito da Appaloosa, contiene anche una rivisitazione solo piano e voce de “L’isola che non c’è” di Edoardo Bennato, grande estimatore di Jono a cui l’americano rende omaggio.

 

 

 

 
 
 Informazioni 
Quando: domenica 23 febbraio, ore 18.00
Dove: via Montemaino, 62 c/o Bar Trapani, quartiere Mirabello - Pavia

 

Furio Sollazzi

Pavia, 20/02/2014 (12199)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool