Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 22 gennaio 2021 (370) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Carnevale al Museo della Storia
» Nel nome del Dio Web
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 12352 del 24 aprile 2014 (3584) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tutta Italia giurò nelle mie parole
Tutta Italia giurò nelle mie parole

Nel bimillenario della morte di Augusto, il Collegio Ghislieri di Pavia organizza due giornate di seminario dedicate alla figura dell’Imperatore secondo l’immaginario della propaganda mussoliniana che, proprio in occasione del precedente e simmetrico bimillenario della sua nascita (1937), lo aveva celebrato con l'impressionante Mostra Augustea della Romanità, un'esposizione che diventò momento chiave di autorappresentazione del regime fascista.

Suddiviso in due mezze giornate – lunedì 28 aprile, dalle ore 14.30 alle 19 e martedì 29 aprile, dalle ore 9 alle ore 12.30 – il seminario propone un intreccio di competenze storiche che coinvolgono egualmente antichisti e contemporaneisti, con presentazioni di materiali cinematografici d'epoca e con digressioni in ambiti contigui e a volte trascurati, come quello degli studi etruschi.

Il titolo, Tutta Italia giurò nelle mie parole, rimanda a una battuta dello stesso Augusto, riattualizzata con riferimento a Benito Mussolini, che Giulio Quirino Giglioli, l'archeologo ideatore della Mostra, inserì nel suo discorso d'inaugurazione della Mostra Augustea, pronunciato il 23 settembre 1937.

Dopo l’apertura dei lavori e l’introduzione da parte di Lucio Troiani, ordinario di Storia Romana presso l’Università di Pavia, che traccerà un ritratto dell'Augusto della storia, seguiranno gli interventi di Elisa Signori, professoressa di Storia Contemporanea presso la stessa università, che offrirà un quadro contestuale del XVI anno dell'era fascista; di Giuseppe Pucci, archeologo emerito dell'Università di Siena, che affronterà direttamente il tema dell’ideologia e dell’estetica della Mostra; di Paola Salvatori, della Scuola Normale Superiore di Pisa, che si soffermerà sulla visita di Adolf Hitler a Roma. Chiuderà la prima giornata lo storico dell’arte Paolo Campiglio, dell’Università di Pavia, che racconterà alcuni retroscena della ricreazione della statua equestre del Regisole a Pavia, attraverso il dialogo intercorso fra Giglioli e lo scultore Francesco Messina.

Durante la seconda giornata di studi, il 29 aprile, sarà dato spazio al tema degli Etruschi, così strettamente legati alle origini medesime di Roma ma di ambiguo statuto etnico (per via della loro presunta immigrazione dal Vicino Oriente) e dunque di non agevole assimilazione propagandistica. Apre la giornata Maurizio Harari, ideatore del convegno e professore di Etruscologia presso l’Università di Pavia, che approfondirà le figure e i rapporti di Giulio Quirino Giglioli e Massimo Pallottino, allievo del Giglioli, celebre archeologo e etruscologo italiano. Seguiranno le relazioni di Marie-Laurence Haack,dall’Università di Amiens, sulle ideologie della razza e sul declino della fortuna etrusca; di Stefano Bruni, dell’Università di Ferrara, sull'idea che Mussolini poté avere della civiltà etrusca e infine di Stefano Maggi, dell’Università di Pavia, che racconterà il 'dopo', dal punto di vista della critica dell'arte romana: come cioè, proprio in conseguenza della Mostra della Romanità, si siano venuti a costituire certi stereotipi critici sull'arte augustea, che voci isolate e oggi un po' dimenticate hanno cercato variamente di superare.

Agli studenti di Lettere presenti a entrambe le giornate del seminario saranno riconosciuti e certificati, su richiesta, due crediti formativi spendibili nell’ambito del programma d’esame di Storia dell’archeologia.
 
 
 Informazioni 
Dove: Aula Goldoniana del Collegio Ghislieri, piazza Ghislieri - Pavia
Quando: lunedì 28 e martedì 29 aprile 2014
Ingresso libero; la partecipazione al seminario è aperta a tutti gli interessati.


 
 
Pavia, 24/04/2014 (12352)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool