Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 21 settembre 2020 (1004) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 12487 del 20 giugno 2014 (2956) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tempi
Tempi
Da sabato prossimo, il Museo d’arte contemporanea “Giuseppe e Titina dal Verme”, che ha sede nelle Castello Dal Verme di Zavattarello, la mostra Tempi di Luciana Matalon.
 
La retrospettiva curata da Nello Taietti, direttore del Museo Fondazione Luciana Matalon, comprende una selezione delle opere che più rappresentano gli oltre cinquant’anni della poliedrica produzione dell’artista.
 
I dipinti e le sculture collocati all’interno delle suggestive sale del antico maniero condurranno lo spettatore alla scoperta di segni e linguaggi di un passato primordiale, realtà metafisiche e spirituali che sono autentiche costruzioni della soggettività di Luciana Matalon.
 
Le opere rappresentano racconti estetici e cosmici sempre differenti che risalgono a una temporalità antica e indefinita.
 
Uno spazio verrà interamente dedicato a inedite xilografie impresse su pregiata carta giapponese.
 
L’inaugurazione si terrà alle 17.30 con presentazione a cura del critico Giovanni Faccenda e rinfresco a base di prodotti tipici locali. A conclusione della mostra, invece, sabato 2 agosto alle ore 21.00, si svolgerà il concerto Notte di Note, un viaggio tra generi musicali antichi e moderni con il coordinamento artistico di Giorgio Aversa. Sul palco il soprano Graziella Ghillani, Francesca Bisson al pianoforte, Elena Zigliani al Violino e Licia Crevani al Fagotto.
A seguire, visita serale alla mostra.
 
 Informazioni 
Dove: Castello Dal Verme di Zavattarello
Quando: dal 28 giugno al 3 agosto
Ingresso: libero. Ingresso al concerto: a offerta.
 
 
Pavia, 20/06/2014 (12487)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool