Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 26 febbraio 2021 (478) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I Poranelli di Porana
» Tradizioni a Certosa
» Voghera ed i suoi Mostardini!
» Alle radici dei sapori...
» Parona e le sue offelle!
» Biscotto il Cairoli!
» L'agnolotto gobbo
» Brasadè e brasadlö
» La torta paradiso
» Menconico paradiso dei tartufi
» Il Gra.Car
» Il Gra.Car
» La Mozzarella bufala
» Vita da salame...
» Il miccone pavese
» Rane: che bontà!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Autunno Pavese: tante novità
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Pop al top - terza tappa
» Sagra della ciliegia
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 1249 del 22 luglio 2003 (6346) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Le tagliatelle di Santa Giuletta
Le tagliatelle di Santa Giuletta

Santa Giuletta, paesino di bambole, bonarda, e da oggi anche di tagliatelle!
In occasione dell'appena conclusa "Festa al Castello 2003", infatti, le tagliatelle di Santa Giuletta si fregiano, per la prima volta in Italia della DECO, Denominazione di Origine Comunale, che mira proprio a tutelare tutte le ricette, i prodotti e le manifestazioni storiche dei Comuni italiani, in modo da garantire al consumatore l'originalità, la genuinità e la tipicità.

La ricetta risorgimentale de"Le Tagliatelle alla Santa Giuletta", ha una storia curiosa, che, grazie alla collaborazione del sindaco - che ci ha fornito il materiale e la ricetta - possiamo raccontare con dovizia di particolari...

Era il 19 maggio 1859 ed il marchese Lorenzo Isimbardi assisteva, preoccupato, ai continui viavai sulle sue terre degli eserciti austriaco e franco-piemontese che pochi giorni dopo avrebbero combattuto la battaglia di Montebello.
Di ritorno da una cavalcata di perlustrazione, al marchese fu annunciato che quattro ufficiali piemontesi/francesi erano in visita, tra questi anche il conte Corrado Cravetta di Villanovetta dei Cavalleggeri del Monferrato che aveva conosciuto il padrone di casa qualche anno prima.
Mentre il marchese intratteneva i suoi quattro ospiti, sopraggiunsero due ufficiali austriaci del reggimento Ulani delle Due Sicilie, anche loro in visita di cortesia al Ciambellano Imperiale, ovvero il marchese Isimbardi.
Dopo il comprensibile imbarazzo creato dalla situazione, il marchese invitò tutti a colazione. Fu un pranzo dall'atmosfera cordiale e, anche se per poche ore, i commensali delle diverse fazioni dimenticarono la difficile situazione ed il loro incerto destino, gustando piatti locali, tra cui le famose "Tagliatelle" cucinate in tutta fretta dai cuochi del castello, ma che suscitarono i complimenti di piemontesi, francesi e austriaci!

... Non siete curiosi di gustare queste "Tagliatelle alla Santa Giuletta"?
Ecco la ricetta!

 
 Informazioni 
 

Delia Giribaldi

Pavia, 22/07/2003 (1249)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool