Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 23 ottobre 2020 (163) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 12505 del 30 giugno 2014 (2243) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Jimi Hendrix – Bologna, 26 maggio 1968
Jimi Hendrix – Bologna, 26 maggio 1968
Jimi Hendrix, il mancino di Seattle, che con la sua Stratocaster color crema – che suonava un po’ come una macchina del tempo – è stato capace di “importare” musiche dal futuro, rivivrà per qualche ora nella Sala conferenze del Broletto di Pavia, attraverso il documentario Jimi Hendrix – Bologna, 26 maggio 1968.
La pellicola sarà proiettata nel tardo pomeriggio di sabato, in occasione del finissage di Rock e altre storie, la personale del fotografo Renzo Chiesa, cremonese di nascita e milanese d’adozione, una vita trascorsa ai piedi dei palcoscenici rock o nelle cantine jazz, armato solo della sua inseparabile Nikon.
«È davvero interessante per la nostra città poter proiettare questo documentario – dichiara l’Assessore alla Cultura, Turismo, Expo 2015, Legalità del Comune di Pavia Giacomo Galazzo –, che è stato presentato per la prima volta nel mese di maggio al Biografilm di Bologna, e ha riscosso un largo consenso di critica e pubblico. Il materiale raccolto dal regista Gianni Leacche è stato digitalizzato, ripulito nelle immagini e nei suoni; il risultato è sorprendentemente coinvolgente e restituisce l’atmosfera del concerto bolognese del 26 maggio 1968».
Hendrix, con la sua vita da romanzo che culmina nella più misteriosa delle morti, in quella maledetta notte di settembre del 1970 (a soli 27 anni), è un artista fuori dal tempo, è la chitarra che ha fatto la storia del rock, è uno dei pilastri della musica mondiale; attraversa le generazioni, cattura giovani e meno giovani, senza distinzione alcuna, e questo film ne è una valida testimonianza.

Prodotto dall’Associazione Jimi Hendrix Italia, e nato da un’idea di Roberto Crema, Jimi Hendrix, 26 maggio 1968 è stato diretto da Gianni Leacche. Quando nel maggio 1968 Hendrix arrivò in Italia per gli unici concerti tenuti nel nostro paese, l’effetto fu quello di uno sbarco alieno. Al momento se ne accorsero gli spettatori giunti ad ascoltarlo a Milano, Roma e Bologna, mentre non tutti i mezzi di comunicazione ebbero la prontezza e la capacità di riprendere le gesta di quel marziano che avrebbe influenzato intere generazioni di artisti.
Nei ‘50 minuti del documentario (già presentato in anteprima al Biografilm 2014) si raccontano le impressioni di coloro che furono testimoni della performance bolognese, il 26 maggio 1968. Musicisti, spettatori comuni, addetti ai lavori tornano con i loro ricordi a quella giornata storica per il rock a Bologna con una cronaca minuziosa: il tutto corredato da fotografie e filmati d'epoca, ascoltando anche brani dell'esibizione, mai resi pubblici sino a oggi.
Alla proiezione di sabato 5 luglio, a Pavia, interverranno l’artista Renzo Chiesa e due ospiti d’eccezione: Lucio Salvini, uno dei più grandi produttori discografici italiani, che ha fatto nascere cantanti e gruppi di diverse generazioni (come Lucio Battisti), svelerà qualche segreto da "retro palco"; Giovanni Choukhadarian, giornalista, critico letterario e sagace intervistatore, si “esibirà” con una tecnica alquanto unica e divertente, intrattenendo il pubblico del dopo proiezione.

Gli spettatori saranno invitati a intervenire con domande ai due esperti, che sveleranno gli ultimi segreti, se ancora ne rimangono, su Hendrix e la sua carriera. Nel corso della serata sono previsti alcuni ospiti a sorpresa, tra cui Paolo Marrone, cantante front man del gruppo musicale Favonio e il fantasioso chitarrista Maurizio Fassino.
 
 Informazioni 
Quando: Sala conferenze del Broletto, Piazza della Vittoria - Pavia
Dove: sabato 5 luglio 2014, ore 18.00
Ingresso: libero

 

Comunicato Stampa

Pavia, 30/06/2014 (12505)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool