Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 2 dicembre 2020 (378) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» I rischi del bullismo on line, workshop al Borromeo
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Pillole di... fake news
» Walking the Line
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 12767 del 21 novembre 2014 (2474) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Come è cambiato il clima e perché
Andrea Giuliacci
Primo appuntamento autunnale per le Conversazioni pavesi, organizzate dall’Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi: una serie di incontri durante i quali uno o più personaggi del mondo della cultura, della scienza e dell’arte (declinata nelle sue molteplici forme) intrattengono il pubblico con una “conversazione” appassionante e partecipata.
 
Ben lontane dalle lezioni frontali e dalle interviste, le Conversazioni pavesi, “che ormai si sono trasformate in una bella abitudine per la nostra città – commenta Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura del Comune di Pavia –, un appuntamento periodico che ci aiuta a rendere Pavia un luogo in cui portare avanti la discussione sui temi del nostro tempo, con ospiti di alto profilo”,si propongono piuttosto come dei confronti informali intorno a un tema prestabilito e di volta in volta differente. Sollecitato da un primo interlocutore e dal pubblico, ciascun ospite seleziona alcuni tra i molteplici spunti di argomentazione che la propria arte offre, stimolando così pensieri e riflessioni.
 
L’autunno si apre, venerdì sera, con Andrea Giuliacci, fisico, metereologo e climatologo, che dialogherà nella con Giacomo De Ghislanzoni Cardoli, imprenditore agricolo e Presidente della Camera di Commercio di Pavia, in una conversazione dal titolo Come è cambiato il clima e perché
 
Negli ultimi decenni il clima in Italia ha subito notevoli ed evidenti cambiamenti. Un processo che in realtà interessa molte altre regioni del Mondo e che si inquadra nel più generale fenomeno del Global Warming, ovvero l’aumento delle temperature medie planetarie con ripercussioni anche sulla circolazione generale dell’atmosfera e le caratteristiche dei principali fenomeni atmosferici.
Il surplus di calore accumulato infatti oltre a rendere le stagioni mediamente più calde viene anche utilizzato come carburante dai diversi fenomeni atmosferici, che quindi stanno cambiando le loro abitudini e in generale risultano mediamente più violenti di quanto non fossero in passato. In Italia in particolare negli ultimi decenni le stagioni invernali sono divenute mediamente più miti e le estati con maggior frequenza insolitamente torride.
Ma l’aspetto più preoccupante è sicuramente quello legato alle piogge, che hanno cambiato decisamente le loro abitudini: a fronte di quantitativi totali che nel complesso non sono cambiati di molto, sono invece sensibilmente diminuiti i giorni piovosi, per cui la pioggia arriva in generale più “concentrata”, attraverso eventi più intensi ed estremi. Un cambiamento che è evidente anche nelle cronache, con il gran numero di eventi meteo estremi che si sono verificati anche nell’ultimo periodo. Insomma, il clima dell’Italia sta cambiando e certo non in meglio.
Quali le cause? Al recente cambiamento climatico hanno senz’altro contribuito sia fattori naturali che antropici: in particolare l’Uomo, con l’emissione di notevoli quantità di gas serra, negli ultimi secoli ha alterato il bilancio termico del Pianeta, spingendo l’atmosfera a trattenere maggiori quantità di calore.
Per affrontare l’estremizzazione del clima che sta interessando l’Italia vi sono solo due strade possibili, che però non sono alternative e anzi vanno intraprese contestualmente: la mitigazione e l’adattamento.È, insomma, necessario prendere misure atte a limitare i cambiamenti climatici, ad esempio riducendo le emissioni di gas serra, e al contempo ripensare le principali attività umane e la gestione del territorio per affrontare adeguatamente le sfide portate da un clima divenuto più “violento”.
 
Andrea Giuliacci è nato a Roma, il 19 marzo del 1971, e vive a Milano dove svolge anche la sua attività di meteorologo. Laureato in Fisica all’Università degli Studi di Milano, ha successivamente conseguito il dottorato in Scienze della Terra presso l’Università Federico II di Napoli e dal 2007 tiene il corso di Fisica dell’Atmosfera presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca. Dal 1995 lavora come meteorologo presso il Centro Epson Meteo. Dal febbraio 2002 cura le previsioni del tempo in video per le reti Mediaset. In qualità di divulgatore scientifico collabora regolarmente con diversi settimanali e mensili. È anche autore o coautore di diversi libri dedicati alla Meteorologia, tra cui: “I Protagonisti del Clima”, “Il clima come cambia e perché”, “Global Warming”, “Prevedere il Tempo con Internet”, “Manuale di Meteorologia”, “La Meteorologia in Mare” e “Meteo Curiosità”. È coautore di diversi articoli accademici pubblicati su prestigiose riviste scientifiche internazionali tra le quali Annals of Geophysics, Theoretical and Applied Climatology e The Open Atmospheric Science Journal. 
 
 Informazioni 
Dove: Sala del Camino, Palazzo Broletto, Piazza della Vittoria - Pavia
Quando: venerdì 28 novembre 2014, ore 18.00
Ingresso: libero, fino ad esaurimento posti.
 
 
Pavia, 21/11/2014 (12767)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool