Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 23 ottobre 2018 (745) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Il Morbo di Violetta: Carlo Forlanini e la prima vittoria sulla tubercolosi
» All you need is rock
» "Batticuore", la mostra di Antonio Pronostico
» Elliott Erwitt. Icons
» Maugeri In Arte. Mostra di Vittorio Valente
» Il colore del silenzio
» We are here - Caroline Gavazzi
» Roberto Kusterle: Cronache da un altro mondo
» Vox Animae
» Incatenarsi all'oro e al vento
» Italiani, al voto!
» La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980
» Incontri d’Arte: Tomoko Nagao
» Francesca Moscheni: I segni di Dio
» In questa perennità di giovani
» Exist
» Una Storia Militante
» Incontri d’Arte
» Mostra d'arte leggera e inconsapevole
» Cantami o diva - donne del mito greco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il rischio di educare
» Il Morbo di Violetta: Carlo Forlanini e la prima vittoria sulla tubercolosi
» Tra il vento e la neve Storie di prigionieri italiani nella Grande Guerra Pavia
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» "Batticuore", la mostra di Antonio Pronostico
» Elliott Erwitt. Icons
» Uno Stradivari al Castello Visconteo di Pavia
» La Giustizia del Buonsenso
» I manoscritti datati
» Ma com'eri vestita?
» Come la Luna dal cannocchiale
» Maugeri In Arte. Mostra di Vittorio Valente
» Marcello Venturi. Seminario di studi
» Il Patrimonio ritrovato: pergamena scoperta in una legatura seicentesca
» Il Segreto di Majorana
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13040 del 10 aprile 2015 (2160) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Severino Bellotti – Antologica
Severino Bellotti – Antologica

Una mostra per ripercorrere l’intensa poetica di un grande maestro del Novecento, nella Sala Mostre del Castello Visconteo di Pavia, si inaugura l’antologica dedicata al pittore bergamasco Severino Bellotti, curata da Giosuè Allegrini e organizzata da La Bezuga in collaborazione con i Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia.

Siamo felici di poter ospitare nelle belle sale del Castello Visconteo le opere di Severino Bellotti, grande talento pittorico del Novecento, ammirato da tutti coloro che negli anni si sono avvicinati ai suoi lavori. - Dichiara Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura del Comune di Pavia. Paesaggi - nature morte, ritratti, i soggetti di Bellotti sono ora riuniti insieme a Pavia grazie allo sforzo congiunto del Centro Giorgio La Pira Onlus e della nostra Amministrazione, e si presentano come una finestra sulla storia dell’arte del secolo scorso. Un’esposizione, questa, che riconferma la vocazione culturale della nostra città

Nato a Bergamo, nel 1900 e scomparso a Milano nel 1964, Bellotti era un artista a 360 gradi, dalla personalità poliedrica: fu infatti anche direttore per due anni dell'Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo, e profondo conoscitore e critico d’arte delle opere di Pellizza da Volpedo. Bellotti dipingeva paesaggi, nature morte, ma anche romantiche figure di donna colte nell’intimità dei pensieri e nella semplicità dei gesti, ritratti di bambini, vecchi suonatori e contadini. Amava la figura e le cromie dolci e intense, prive di evidenti contrasti chiaroscurali, le forme plastiche e ben tornite.

In mostra, fino al 10 maggio 2015, ci sono molte delle opere che hanno caratterizzato la storia di questo grande maestro del Novecento.

Proporre un’indagine storiografica e critica sull’opera artistica di Severino Bellotti – scrive Giosuè Allegrini nel testo di presentazione al catalogo – significa porre la luce dei riflettori su un grande artista figurativo, sì vicino alle istanze di “Novecento” e del “Realismo Magico”, ma senza che ne venisse mai travolto. Cantore di un’espressione creativa, velata di un fascino antico e malinconico e al contempo foriera di spunti di originalità e modernità. A un iniziale periodo concepito con opere di grande respiro e monumentalità, sulla scorta degli assunti teorici di Valori Plastici e Novecento, seguono in Bellotti opere di formato più contenuto raffiguranti ritratti, ambientazioni domestiche, bambini, scene di vita contadina e animali; il tutto illustrato con una freschezza narrativa e un’intima, sottesa, delicata sensibilità espressiva che ha pochi eguali. 

 
 Informazioni 
Dove: Sala Mostre del Castello Visconteo, Viale XI Febbraio 35, Pavia
Quando: fino al 10 maggio 2015
Orari: da martedì a domenica 10 – 17.50

 
 
Pavia, 10/04/2015 (13040)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool