Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 26 ottobre 2020 (196) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 13250 del 6 luglio 2015 (2428) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Concato e Bosso al Valtidone Festival
foto di Giovanni Daniotti

Li unisce una profonda stima reciproca e la passione per la musica “a 360 gradi”, come dicono entrambi; oltre alla voglia e al piacere di condividere il palcoscenico, ospitandosi a vicenda, nei dischi e nei concerti.

Come accadrà a Gragnano quando Fabio Concato, voce e firma della canzone d’autore con successi come «Domenica bestiale», «Guido piano» e «Ti ricordo ancora», sarà affiancato da Fabrizio Bosso, artista di punta della scena jazzistica europea, premiato più volte dal referendum “Top Jazz” come miglior trombettista italiano, già al fianco di musicisti  pop e jazz come George Russell e Charlie Haden in templi della musica come il Blue Note di Tokyo, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Umbria Jazz etc.

Con queste premesse si può intuire quale attesa ci sia per l’appuntamento del Val Tidone Festival di martedì sera: insieme Concato e Bosso ripercorreranno il repertorio del cantautore milanese, rileggendolo dal 1977, quando Concato debuttò con la divertente parodia di Dean Martin, al 2012, quando uscì, dopo 11 anni, il nuovo disco di inediti.
«Non seguiremo un ordine cronologico, né ci sarà un filo rosso che lega i vari brani», spiega Concato. «Ma tutto si svilupperà in libertà a cominciare dalla presenza di Fabrizio. Sarà lui, autonomamente, a decidere quando entrare e uscire, dove suonare e dove no, e da ottimo musicista ogni volta si esprimerà in maniera diversa. Nulla verrà stravolto: chi è venuto per ascoltare le mie canzoni le ritroverà, ma con mezzo quintale di valore aggiunto. Si potrebbe pensare che la presenza di una tromba in fondo cambi poco, invece cambia tutto, dà colori nuovi a ogni disegno e coinvolge, oltre al pubblico, noi musicisti. Fabrizio è unico, non soltanto per virtuosismo e tecnica, ma soprattutto per sentimento. Potrebbe essere napoletano».

Se Fabrizio Bosso ama divagare nella canzone d’autore («Non mi ritengo un jazzista puro e penso che i due generi, venendo a contatto, si arricchiscano a vicenda»), Concato è sempre stato legato al jazz, grazie anche al padre Gigi Concato, chitarrista e autore jazz, al quale ha dedicato la canzone «Gigi», pezzo scelto per essere eseguito in duo (con al pianoforte Julian Mazzariello) nell'album di Bosso uscito lo scorso anno e presentato a febbraio al Blue Note. «Mi piace ripercorrere ogni sera la storia delle mie canzoni, mi dà gioia e tenerezza e ogni volta mi stimola molti ricordi. Sto bene sul palco: lavorare in studio è bello, interessante, ma quando fai le valigie, parti e porti la tua musica in giro a contatto con le persone, questo è impagabile. Purtroppo a volte è difficile perché ormai è cambiato tutto. Ma questo è un altro discorso».

 

 
 Informazioni 
Quando: martedì 7 luglio alle ore 21.15
Dove: Villa Marchesi di Gragnano Trebbiense 
(Teatro Verdi di Castel San Giovanni in caso di maltempo).

L’ingresso allo spettacolo sarà gratuito per gli under 18 e i residenti a Gragnano (con documento d’identità all’ingresso). Tutti gli altri, potranno acquistare il biglietto (Intero: euro 20,00 - Ridotto per gli over 65 e i soci dell’Associazione Culturale Tetracordo: euro 15,00) al botteghino la sera dello spettacolo oppure – in prevendita – in occasione dei precedenti concerti del Val Tidone Festival o connettendosi al sito www.valtidonefestival.it 

 
 
Pavia, 06/07/2015 (13250)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool