Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 12 luglio 2020 (936) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, CarrĂ . La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13470 del 6 novembre 2015 (3453) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Cittadella di Sant'Agostino
La Cittadella di Sant'Agostino
In occasione dell'anniversario della nascita di Sant'Agostino, avvenuta il 13 novembre 354 a Tagaste, e a cornice dell'apertura al pubblico della nuova sezione museale Bibliothec@ di Corte, è stata allestita la mostra La Cittadella di Sant'Agostino.

«L’idea di realizzare una mostra sulla cittadella - spiega Maria Teresa Mazzilli, responsabile della commissione storico artistica del Comitato Pavia Città di Sant’Agostino e direttrice della mostra - nasce dal fatto che si voleva colmare un vuoto di attenzione sulla tematica.

La cittadella esiste perché i corpi di Severino Boezio e di Agostino sono sepolti nel Monastero fondato da Liutprando. Questo fatto, nei secoli, ha determinato la configurazione di un‘area della città cinta da mura. Questa zona ha maturato una specifica peculiarità data dal fatto che in epoca viscontea si è creata un’osmosi:  un lato di questa cittadella era permeabile all’insediamento del castello visconteo perché i Visconti avevano stabilito uno stretto legame con la realtà di San Pietro in Ciel d’Oro”.

L’esposizione, che consta di 25 pannelli illustrativi, mette in evidenza l’evoluzione di questo comparto urbano da quando esiste una documentazione visiva, a partire cioè dal sec. XVI, e in particolare alcune foto di inizio secolo XX  mostrano in maniera tangibile i cambiamenti avvenuti in epoca moderna.

L’iniziativa, voluta dal Comitato Pavia Città di Sant’Agostino, da Progetti Società Cooperativa, che del Comitato fa parte, e dal Comune di Pavia che del Comitato è ente fondatore con Diocesi e Provincia Agostiniana d’Italia, è di grande interesse per i pavesi  che potranno anche acquisire consapevolezza di questa configurazione a nord dei due assi principali, Strada Nuova e via XX settembre che univa piazza del duomo con la Cittadella e con la strada che portava a Milano. Consapevolezza anche del mutamento del sistema viario nei secoli dove l’asse stradale con Milano è nelle varie epoche mutato interessando più Porte, fra cui quella di santa Maria alle Pertiche, per finire ai mutamenti determinatisi in epoca napoleonica.

Dopo l’inaugurazione ufficiale di sabato 7, nella Sacrestia di San Pietro in Ciel d’Oro, la rassegna sarà visitabile fino al prossimo 27 novembre, visitabile in orario di apertura della Basilica e allestita nel Chiostro.

La mostra La Cittadella di Sant'Agostino, connessa a Bibliothec@ di corte, la ricostruzione multimediale della biblioteca dei Visconti e degli Sforza presso il castello Visconteo di Pavia, si conclude con un auspicio: «Che si possa recuperare l’osmosi fra la cittadella e l’area del Castello -sottolinea la professoressa Mazzilli - anche grazie al recupero di un percorso pedonale fra l’abside di San Pietro in Ciel d’Oro e Viale XI febbraio».

 
 Informazioni 
Dove: Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, p.zza San Pietro in Ciel d'Oro, 2 - Pavia
Quando: fino al 27 novembre 2015

 
 
Pavia, 06/11/2015 (13470)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool