Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 17 ottobre 2021 (163) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Napoleone anche a Pavia
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» Il naso della Sfinge

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13636 del 18 gennaio 2016 (2890) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Opernplatz
Opernplatz
Lo scrittore Romano Augusto Fiocchi, in occasione della Giornata della Memora, invita a una lettura con musica del suo racconto Opernplatz.

Opernplatz è il racconto vincitore del Premio Le Storie del Novecento.
Stefan Zweig è merda! E Erich Kästner è merda! E merda sono Erich Maria Remarque, Bertolt Brecht, Felix Salten, Heinrich Heine, Heinrich e Thomas Mann, e anche Albert Einstein, Sigmund Freud, Karl Marx! Tutti merda, tutti!”…
Se sei un libro e senti voci rabbiose che scandiscono queste parole, non puoi non avere paura. Non puoi non sentire l’odore del fuoco che ti mangerà le pagine. Non puoi non presentire la catastrofe che dopo i libri investirà gli uomini, ossia coloro che i libri li inventano e li leggono.

Tutto questo ha una data e un luogo: 10 maggio 1933, Opernplatz, Berlino. Lì, in una notte di follia collettiva, non meno di ventimila libri finirono sul rogo.

Tutto questo andava ricordato. «Quella della Opernplatz è una storia che andava raccontata. Ma raccontata diversamente dal solito – commenta l’autore - Voglio dire, non come fanno un insegnante o un libro di Storia. Perché la Storia raccontata come Storia finisce nel dimenticatoio del nozionismo. Bisognava raccontarla vista dalla parte dei libri, come se i libri sentissero, amassero e soffrissero al pari degli esseri umani. Insomma, doveva essere la storia di un libro innamorato».

Tutto questo verrà ripreso dalla voce recitante di Isabella Ravetta, accompagnata dalle musiche originali di Riccardo Bertone (chitarra), Dino Roccuzzo (tromba) e Nicolò Torciani (percussioni), nel corso dell’appuntamento patrocinato dal Comune di Pavia, dalla Biblioteca Civica Bonetta e dall’associazione Amici della Biblioteca Bonetta.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Santa Maria Gualtieri
Indirizzo: Piazza della Vittoria
Quando: domenica 24 gennaio 2016
Orario: 18.00
 
 
Pavia, 18/01/2016 (13636)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool