Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 2 dicembre 2021 (136) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13989 del 23 maggio 2016 (2789) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con Faruffini
A tu per tu con Faruffini

Del prossimo appuntamento con Uno:Uno. A tu per tu con l’opera, l’iniziativa organizzata dai Musei Civici del Castello Visconteo, con il sostegno dell’Associazione Amici dei Musei Pavesi, che l’ultima domenica di ogni mese conduce alla scoperta delle collezioni dei Musei pavesi, un capolavoro alla volta, sarà protagonista l’Autoritratto di Federico Faruffini.

L’idea è quella di favorire il rapporto diretto tra il visitatore e l’opera d’arte, privilegiando la fruizione “slow” di un singolo oggetto, differente rispetto alla visita di un’intera collezione. 
Uno:Uno si concentra dunque su quest’opera appartenente alla collezione del professor Superti Furga.
I ventiquattro dipinti – che sono solo una piccola parte dell’intera collezione – sono temporaneamente esposti nella mostra Da Giampietrino a Segantini. Dipinti della collezione Superti Furga al Castello Visconteo di Pavia, allestita in Sala Mostre fino al 26 giugno.
Le opere esposte rappresentano un’anteprima della raccolta che il collezionista ha destinato per intero ai Musei Civici di Pavia, e che andrà così ad ampliare, accanto alle collezioni già presenti in Castello, il ricco patrimonio dei Musei pavesi.

La scelta di mettere sotto i riflettori di Uno:Uno l’Autoritratto, diventa un’occasione per analizzare il dipinto in un confronto serrato con le altre opere di Faruffini già presenti nelle collezioni pavesi. A partire dalla coppia di dipinti dedicati ai genitori, di produzione giovanile, degli anni in cui l’artista frequentava i corsi della Civica Scuola di Pittura, fino al ritratto dello zio, passando per i ritratti delle “teste” dei grandi personaggi della cultura italiana, come ad esempio il ritratto di Dante, il volto di Faruffini diventa il trait d’union tra la mostra temporanea e la collezione permanente pavese.

Il geniale pittore romantico aveva una raffinata abilità nell’arte del disegno, come testimoniano i modelli e i bozzetti dei Musei Civici di Pavia che consentono di ripercorrere passo passo tutta la sua vicenda artistica, culturale e creativa. Autore di numerosi ritratti, Faruffini realizzò anche dipinti di sé stesso secondo la consuetudine dei pittori dell’Ottocento di donare un proprio autoritratto alle Accademie e alle Società artistiche di cui facevano parte.

L’opera della collezione Superti Furga è uno dei cinque autoritratti conosciuti ad oggi del pittore. I legami con il Trecourt, suo maestro, con il Piccio, suo compagno di studi e con Pasquale Massacra nella ritrattistica sono evidenti.

L’autoritratto diventa un eccellente esempio di ricerca luministica che colpisce soprattutto per la resa psicologica dello sguardo che a primo avviso appare sorpreso dal contatto visivo avviato con l’osservatore, ma che in realtà nasconde tutta la sua più intima, forte, vibrante e soprattutto tragica personalità.

L’opera sarà presentata al pubblico da Susanna Zatti direttore dei Musei Civici di Pavia e da Silvia Salvaneschi.

Ad aprire l’incontro sarà un momento musicale (organizzato dall’Istituto Vittadini di Pavia) in cui Davide Aprile e Greta Andreolli eseguiranno al violino il brano Sonata per 2 violini n.5 Allegro ma poco di J.M. Leclair.

 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Musei Civici del Castello Visconteo
Indirizzo: V.le XI Febbraio, 35
Quando: domenica 29 maggio 2016
Orario: 16.00
Note: L’ingresso a Uno:Uno è gratuito per tutti i possessori della My Museum Card, per chi ne fosse provvisto, l’iniziativa è aperta al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo  alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città.

 
 
Pavia, 23/05/2016 (13989)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool