Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 30 novembre 2020 (381) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Solstizio d'inverno, il ritorno della luce
» C’è vita la fuori?
» Appuntamento con l’eclissi parziale di Luna
» L’autunno arriva sul “cavallo alato”
» Ammassi globulari e costellazioni
» Miti e costellazioni del cielo estivo
» I colori della luce: lo spettroscopio
» Incantati dalla Luna
» Tra le Erbe di San Giovanni
» Marte e... il Lupo
» Dalla nascita dell'universo alla scoperta di Marte
» La ricerca di una nuova terra: gli esopianeti
» Guarda che luna…
» Le pietre del cielo. L’uso delle meteoriti nella storia dell’uomo
» Poker d’… Astri
» Da Yuri Gagarin a Samantha Cristoforetti
» Camminando tra cielo e terra
» Archeologia e stelle all’equinozio di primavera
» News dallo spazio
» Almanacco e Sistema Solare

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 14039 del 13 giugno 2016 (3011) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Alla scoperta del Guardamonte
Alla scoperta del Guardamonte

A pochi passi dall’Osservatorio Astronomico di Cà del Monte si trova un Castelliere, un luogo utilizzato come sito abitativo per migliaia di anni dalle diverse popolazioni che hanno vissuto in questi luoghi. Questo sito è stato riscoperto e riportato in parte alla luce grazie agli sforzi di un gruppo di archeologi dell’Università degli Studi di Milano, coordinati dal prof. Giorgio Baratti, che sarà relatore di una conferenza su scavi e scoperte che si terrà venerdì sera.

La storia dell’insediamento umano al sito del Guardamonte, emersa dalle ricerche archeologiche, è un percorso lungo quasi 5 mila anni. Questo appuntamento sarà l’occasione per rivivere un affascinante viaggio nel tempo che porterà, attraverso immagini e racconti, a illustrare uno spaccato della vita in Appennino, dalla lavorazione della pietra verde fino a i terrazzamenti liguri e alla sporadica presenza romana. La conferenza farà rivivere il racconto del lungo percorso quotidiano dei nostri antenati sulle alture tra Valle Staffora e Valle Curone.

La sera successiva, sabato 18 giugno, lo stesso team di archeologi dell’Università di Milano che ha effettuato gli scavi del sito del Guardamonte accompagnerà il pubblico alla scoperta dell’area archeologica collocata a venti minuti di cammino dall’Osservatorio, e qui sarà riaccesa la fornace, ricostruita secondo i rilievi di una più antica rinvenuta durante gli scavi e utilizzata in epoche passate per la cottura di vasi e non solo.
I nostri antenati hanno sempre festeggiato l’alternanza delle stagioni dell’anno con feste e celebrazioni rituali. “... in una notte di mezza estate” - questo il titolo dell’incontro realizzato in collaborazione con l’Associazione culturale “Il Castelliere”, che condurrà i presenti in un viaggio nel passato alla scoperta dell’importanza di questo -, si vuol far rivivere questo momento astronomico in un nuovo contesto, nel nostro tempo, offrendo un’esperienza di particolare suggestione, arricchita da letture a tema e spunti teatrali.

Nella seconda parte di entrambe le serate, si potrà godere della bellezza del cielo incontaminato dell’Oltrepò, imparare a riconoscere insieme ad esperti le costellazioni e osservare al telescopio alcuni tra i più affascinanti oggetti celesti visibili in questo periodo, tra cui i pianeti Marte​, Giove​ e Saturno​.

Nel pomeriggio di domenica, si prosegue ​“Alla scoperta del Guardamonte” con la passeggiata naturalistica lungo i sentieri della zona che, in questo periodo, offrono fioriture di numerose specie di flora. Dal punto di vista archeologico, sarà nuovamente la presenza degli archeologi dell’Associazione culturale “Il Castelliere” che, con i loro scavi, hanno permesso di far riemergere l’importanza storica di questo luogo, a intrattenere i partecipanti.

Al termine, sotto la cupola del Planetario, si potranno scoprire, attraverso affascinanti e suggestive immagini e filmati, alcune particolarità del Sole: dalle macchie solari​, formazioni scure e fredde che appaiono sulla superficie solare e sono indicatori della sua attività, alle protuberanze​, getti di materia che s’innalzano per centinaia di migliaia di chilometri nello spazio. L’attività continuerà con l’osservazione del Sole al telescopi.

 
 Informazioni 
Dove: Cecima - Planetario e Osservatorio Astronomico Giacomotti
Indirizzo: Cà del Monte
Quando: da venerdì 17 giugno 2016 a domenica 19 giugno 2016
Orario: venb e sab. ore 21.30, dom. ore 16.00
Note: Venerdì e domenica: ingresso adulti (a partire da 13 anni compiuti): 10 euro, Ingresso ridotto bambini (dai 6 ai 13 anni): 6 euro Ingresso gratuito (sotto i 6 anni)
Sabato: ingresso adulti (a partire da 13 anni compiuti): 12 euro, Ingresso ridotto bambini (dai 6 ai 13 anni): 6 euro Ingresso gratuito (sotto i 6 anni).
La prenotazione è vivamente consigliata: dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30, tel.: 327/7672984 – 327/2507821, e-mail: osservatorio@osservatoriocadelmonte.it 

 
 
Pavia, 13/06/2016 (14039)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool