Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 2 dicembre 2021 (120) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14198 del 19 settembre 2016 (2464) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Gep 2016: i luoghi della cultura di Pavia
Gep 2016: i luoghi della cultura di Pavia

Un fine settimana dedicato al patrimonio culturale, declinato nelle sue più varie forme. 

Con I poli culturali fra tradizione e innovazione Pavia aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2016, promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo: per un intero week end, passato, presente e futuro si incontreranno, e ci si potrà lasciar trasportare alla scoperta dei luoghi della cultura di Pavia, quegli spazi all'interno dei quali la cultura prende vita.

Non solo contenuto dunque, ma anche struttura, forma, da cui scaturisce il contenuto. Protagonisti delle Gep 2016 saranno i tre più importanti poli culturali della città: il Castello Visconteo, sede dei Musei Civici, che rappresenta la tradizione, ciò che è consolidato e conosciuto; il Palazzo Broletto, che indica il presente, tutto quanto accade ed è vissuto; l'ex monastero di Santa Clara, che simboleggia l'innovazione, il futuro più prossimo, ciò che deve ancora avvenire.

Nelle giornate di sabato e domenica il pubblico potrà scoprirli attraverso un programma di visite guidate (gratuite) organizzate dal Settore Cultura del Comune di Pavia. Gli appuntamenti delle Gep 2016 si concluderanno con Uno:Uno. A tu per tu con l'opera. L'iniziativa organizzata dai Musei Civici del Castello Visconteo, con il sostegno dell'Associazione Amici dei Musei Pavesi, conduce alla scoperta delle collezioni dei Musei pavesi, un capolavoro alla volta.
Il Castello Visconteo sarà protagonista, nella giornata di domenica 25 settembre, di due interessanti visite guidate alle ore 11 e alle ore 15 (tenute dalla Cooperativa Dedalo – ritrovo presso la biglietteria dei Musei). Il pubblico sarà guidato alla scoperta del polo culturale ante litteram della città, che da sede di una corte raffinata (i Visconti), è diventata nei secoli sede dei Musei Civici e del patrimonio culturale di Pavia, e location, nello Spazio Mostre e nelle Scuderie, per importanti mostre di arte antica, moderna e contemporanea.

Alle 16.30 si potrà partecipare all'appuntamento con Uno:Uno. A tu per tu con l'opera: Nudo trasversale di Renato Guttuso, artista protagonista in questi mesi di due importanti mostre pavesi: Il Novecento nelle collezioni dei Musei Civici di Pavia, allestita fino al 27 novembre nella Sala Mostre del Castello e Guttuso: la forza delle cose, visitabile fino al 18 dicembre presso le Scuderie del Castello.

Il dipinto, che rappresenta la punta di diamante delle collezioni di arte moderna-contemporanea pavesi, sarà presentato al pubblico da Susanna Zatti, Direttore dei Musei Civici di Pavia. Il quadro fu acquisito dal Comune nel 1969, quando il pittore siciliano, sensibile alla difesa del patrimonio artistico locale, si offrì di contribuire al restauro della facciata della basilica di San Michele, mettendo a disposizione il Nudo trasversale, realizzato nel 1962. L'allora Sindaco Giovanni Vaccari decise di destinare l'opera ai musei e di sopperire, con altre risorse, alla prosecuzione degli interventi di salvaguardia di San Michele.
L'appuntamento sarà caratterizzato da un intervento musicale di Diego Autelitano a cura dell'Istituto Franco Vittadini, che eseguirà brani dall’opera "Los 24 caprichos de Goya" di Mario Castelnuovo-tedesco (1895-1968) (Francisco Goya y lucientes Pintor; Dios la perdona: y era su madre; Obsequio al maestro).

Il Broletto sarà protagonista nella giornata di domenica 25 settembre di due interessanti visite guidate, alle ore 10.30 e alle ore 16.30 (tenute dalla Cooperativa Progetti e promosse dallo IUSS – ritrovo in piazza Vittoria, di fronte all'ingresso principale). Si tratta di due incontri per scoprire storia, arte e architettura del palazzo medievale. Il pubblico sarà accompagnato in un itinerario sulle tracce dell'antica dimora del Vescovo di Pavia, attraverso la trasformazione in sede del Comune quando Pavia era libera città e le modifiche delle epoche successive fino a giungere ai nostri giorni. Oggi il Broletto è sede dello IUSS, del Settore Cultura del Comune di Pavia, dello I.A.T. – Informazione e accoglienza turistica del Comune di Pavia, della Fondazione Frate Sole e Fondazione Romagnosi.
Rappresenta il polo culturale della contemporaneità, con progetti che si stanno ampliando e attuando

L'ex monastero di Santa Clara sarà protagonista nella giornata di sabato 24 settembre di due interessanti visite guidate, alle ore 11 e alle ore 16, realizzate da Vittorio Prina, l'architetto che segue i lavori di restauro (ritrovo davanti all'ingresso principale, via Langosco, massimo 20 partecipanti). Dopo impegnativi lavori di restauro e ristrutturazione, iniziati nei primi anni 2000, che hanno riportato alla luce la bellezza originaria del monastero, Santa Clara diventerà, nell'estate 2017, il terzo grande polo culturale della città, promotore di eventi e appuntamenti culturali, e sede della Civica Biblioteca Bonetta, della Biblioteca per ragazzi Paternicò Prin, dell'Archivio Civico e del Centro Interculturale la Mongolfiera. 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - sedi varie
Quando: da sabato 24 settembre 2016 a domenica 25 settembre 2016
 
 
Pavia, 19/09/2016 (14198)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool