Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 26 novembre 2020 (565) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Taraxacum officinale
» Matricaria chamomilla
» Ocimum basilicum
» Primula veris
» Hedera helix
» Punica granatum
» Malva Sylvestris
» Urtica dioica
» Castanea sativa
» Rubus fruticosus
» Lavandula officinalis
» Salvia officinalis

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 144 del 5 luglio 2002 (4164) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Mentha piperita
Mentha piperita

Esistono diverse specie di menta, dalle selvatiche agli incroci, cui appartiene appunto la piperita. Appartenenti alla famiglia delle labiate, tutte le specie, eccezion fatta per la pulegium che contiene una sostanza velenosa, hanno proprietà medicinali simili e caratteri comuni.

Sono piante perenni dal fusto spesso sotterraneo, aventi foglie aromatiche di forma ovoidale dal margine dentellato e fiori con calice tubulare, di tinte rosate, che si presentano disposti in spighe o capolini.

La specie piperita è forse la più nota, quella che conosciamo fin da piccoli, per il gusto del dentifricio o dei chewingum...

Questa pianta, dal fusto quadrangolare e le radici ben sviluppate, può superare i 70 centimetri d'altezza. Le sue foglie sono opposte, ovali, picciolate, allungate - ristrette alla base e acuminate all'apice - e di colore è verde scuro (evidenti le nervature rossicce nella pagina inferiore).

I fiori, che spuntano in estate, sono di colore rosa violetto e raggruppati in una spiga all'apice dei rami o all'ascella delle foglie superiori.

Originaria dell'Europa, in Italia si trova spesso (anche nei boschi) come specie inselvatichita. Cresce di preferenza su terreni freschi e ricchi di humus, aventi pH compreso tra il 6 e il 7, rifuggendo quelli argillosi con ristagni di acqua.

Per le sue proprietà terapeutiche, note fin dall'antichità, ed il suo gradevole profumo leggermente canforato, la menta viene coltivata anche negli orti o in vaso.

Nel periodo della prima fioritura (in tarda primavera-estate), si raccolgono le foglie e le sommità fiorite, si essiccano all'ombra o in locale aerato e si conservano in recipienti di vetro.

Essiccata e polverizzata, sparsa sui cibi la menta li rende più digeribili.

Questa pianta gode infatti di proprietà digestive, nonché dissetanti, rinfrescanti, stimolanti, antisettiche, antibatteriche, antinfiammatorie, antispasmodiche e antinausea... Caratteristiche dipendenti dai principi attivi, primo fra tutti il famoso mentolo.

 
 Informazioni 
 

Sara Pezzati

Pavia, 05/07/2002 (144)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool