Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 21 ottobre 2020 (947) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 14711 del 24 maggio 2017 (1636) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pavia longobarda e altre storie (in musica)
Pavia longobarda e altre storie (in musica)

Al concerto della band pavese che da un quarto di secolo canta Pavia e la sua gente in dialetto, I Fio' dla nebia , il compito di inaugurare gli appuntamenti musicali della rassegna Passatofuturo che per i prossimi cinque giorni animerà la città ponendo l'attenzione sulla Pavia longobarda.

Paladini del dialetto e delle tradizioni canore pavesi, tornano sul palco con le loro creazioni in dialetto pavese, che hanno dato un contributo importante alla storia del capoluogo lombardo. Per far meglio comprendere al pubblico il significato dei testi e per contestualizzare i protagonisti delle canzoni, sono stati invitati allo spettacolo tre specialisti, lo storico della medicina Paolo Mazzarello, lo scrittore Mino Milani e la storica dell'arte Susanna Zatti che introdurranno brevemente le canzoni, associandole a un tema della storia locale ma anche nazionale.

Se "Cristoforo Colombo" rievocherà le reliquie conservate ai Musei dell'Ateneo, così come "Alessandro Volta", "O darif o daraf" richiamerà invece la celebre Battaglia di Pavia. Mentre il popolo dalle lunghe barbe sarà protagonista indiscusso di molti brani, a cominciare da "Teodote", nobile fanciulla disonorata dal re longobardo Cuniperto, per passare ad "Alboino", "Teodolinda" e "Rosmunda".

Attivi dai primi anni novanta – il primo album risale al 1993 – i Fio' dla nebia creano brani completamente originali, dove l’utilizzo del dialetto è importante per raccontare storie e situazioni di pavesità, che sono poi le realtà della vita di provincia. I testi sono sostenuti da musiche che risentono delle varie esperienze musicali  dei componenti, soprattutto dell’autore, Silvio Negroni, nella costante ricerca di nuovi curiosi abbinamenti.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Sala Cinema Politeama
Quando: venerdì 26 maggio 2017
Orario: 21.00
 
 
Pavia, 24/05/2017 (14711)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool