Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 ottobre 2017 (504) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» 2 passi nella Grande Foresta
» Sbulloniamo
» Libri in Libertà
» Dolomiti: un patrimonio da tutelare, una scogliera fossile da scoprire"
» I manoscritti restaurati
» Giornata della castagna
» E pensare che c'erano Gaber e Jannacci...
» Letture dell'Adelchi di Alessandro Manzoni
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Mostra dei Funghi
» Domenica di carta
» Echi longobardi a Pavia e oltre
» Visita con delitto
» Biblioteca Universitaria: apertura straordinaria
» Antiche cultivar ortive e agronomiche locali (landrace)
» Chiare fresche dolci acque del Ticino
» Aspettando le antiche varietà
» Pane in Piazza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Tracce. Percorsi Longobardi
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Emilio Cavallini. Oltre la tela – Evoluzione di fibre filate di calze
» Libri in Libertà
» Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi
» Un Taramelli che parla di Taramelli
» Barbari? Qualche idea sui Longobardi
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» I manoscritti restaurati
» Mercatino dei Piccoli
» Contempora Langobardorum
» Letture dell'Adelchi di Alessandro Manzoni
» Robert Doisneau: Pescatore d’immagini
» Nextvintage d'autunno
» Domenica di carta
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14840 del 14 settembre 2017 (177) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con Laocoonte
A tu per tu con Laocoonte

Un’opera d’arte al mese, per un anno ricco di cultura: il settimo appuntamento del 2017 sarà dedicato alla monumentale statua del Laocoonte esposta nella sezione di Scultura Moderna e Gipsoteca del secondo piano del Castello Visconteo.

Il soggetto è tratto da un episodio mitologico. La versione più famosa è quella descritta nel II libro dell’Eneide di Virgilio. Durante la guerra di Troia il sacerdote di Apollo, Laocoonte, si era opposto all’ingresso del cavallo di legno entro le mura cittadine; Atena e Poseidone, favorevoli ai Greci, inviarono dal mare due mostruosi serpenti, che lo avvolsero nelle loro spire assieme ai suoi figli.  Il calco in gesso pavese è una copia della celebre scultura in marmo esposta fin dal 1511 nel Cortile del Belvedere dei Musei Vaticani, per volere di Giulio II.
Antica copia romana in marmo di un originale greco perduto, in bronzo, il gesso pavese offre interessanti spunti di riflessione riguardo, appunto, la tradizione copistica romana e il suo significato, nonché il valore e l'utilità di copie e ricostruzioni all'interno dello spazio museale.

La Sezione di Scultura Moderna e Gipsoteca presenta infatti una ricca collezione di sculture del XIX e XX secolo, perlopiù in gesso. Particolarmente interessanti sono i calchi di opere antiche provenienti dalle Scuole di Disegno e Incisione e di Pittura (attive a Pavia dal 1838 al 1934). Essi erano utilizzati per lo studio della statuaria classica: si va dal gruppo del Laocoonte al Torso del Belvedere, dal Fauno danzante alla Venere de' Medici. Lo sguardo rivolto verso l’arte della statuaria greca fu particolarmente attento poiché rappresentativo di nobile semplicità e quieta grandezza: caratteristiche che descrivono il Laocoonte che, pur provando un forte dolore per sé stesso e i suoi figli, non leva alcun grido, preservando la propria dignità.

 La conferenza sarà presentata dalla dott.ssa Chiara Marabelli e sarà accompagnata da un intrattenimento musicale tenuto da Debora Losi al flauto con Bergère Captive di P.O Ferroud, Elegia dalla Sonata per Assisi di A. Dorati, a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini di Pavia. 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Musei Civici pavesi
Quando: domenica 17 settembre 2017
Orario: 16.00
Note: L’ingresso a Uno:Uno è gratuito per tutti i possessori della MY MUSEUM CARD, la carta che (al prezzo di 18 euro) apre le porte dei Musei Civici del Castello Visconteo per 365 giorni: una vera e propria tessera fedeltà – annuale e nominale – che consente l'accesso illimitato alle collezioni museali e alle mostre organizzate dai Musei Civici, la partecipazione gratuita a tutti gli eventi collaterali e riduzioni speciali per le mostre delle Scuderie e gli acquisti al bookshop. Per chi non fosse in possesso della MY MUSEUM CARD, l'iniziativa è aperta al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città.

 
 
Pavia, 14/09/2017 (14840)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti