Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 22 gennaio 2018 (495) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Come la politica entra nelle nostre case
» Il nuovo volto dell'archeologia nel Vicino Oriente
» Incontro con Laura Silvia Battaglia
» Il pranzo è servito
» "A ruota libera" con Gabriella Kuruvilla
» Incontro con Raffaele Cantone
» Informazione e disinformazione tra Rete e realtà
» Incontro con Mino Milani
» The Dead City Project
» Medicina e narrazione, quali i rapporti?
» Incontro con Franco Roberti
» DNA: un affare che scotta
» Trentacinque anni della legge Rognoni La Torre
» Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi
» Un Taramelli che parla di Taramelli
» Barbari? Qualche idea sui Longobardi
» La fortuna aiuta gli audaci
» La strage di Piazza Fontana: giustizia, storia e memoria
» La lezione di Giovanni Falcone
» Fai da te ecologico

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vivi Bene Vigevano
» 4^ Scarpadoro di Babbo Natale
» La Bicicletta: una modernità inesauribile
» Ticino Ecomarathon
» Canoe Marathon Vigevano Pavia
» Torneo Nazionale di Tennis in Carrozzina
» Legal Run
» La kinesiologia arriva a Varzi
» Armonia: Festival di proposte per il Benessere
» Nel Centenario del Giro, ricordando Fausto Coppi e Marco Pantani
» 55esima edizione per la “classica”
» Itinera Civitatis Run
» Officinalia
» Biciclettata per ricordare
» Running a 6 zampe
 
Pagina inziale » Sport e Benessere » Articolo n. 14851 del 21 settembre 2017 (332) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ciclismo eroico. Storia del ciclismo pavese
Ciclismo eroico. Storia del ciclismo pavese

Pavia è la capitale del ciclismo e non lo sa: la prima gara di velocipedi in Italia si disputò il 19 maggio 1869 sulla Piazza d'Armi di Pavia nell'ambito delle manifestazioni della fiera di Pentecoste.
Fu a Pavia nel 1885 che si tenne il congresso delle società velocipedistiche, che fece decollare l'Unione Velocipedistica italiana.

Claudio Gregori, inviato della Gazzetta dello Sport in 28 Giri d'Italia, Premio Bruno Raschi per il giornalismo sportivo, nell'Aula Magna del Collegio Volta parlerà del ciclismo pavese e dei suoi pionieri: Mazza, Robecchi, Momo, Sauli. Al centro dell'attenzione sarà Rossignoli, che ha vinto la Seicento Chilometri del 1903, dopo un epico duello col "Diavolo Rosso" Gerbi con 5 ore di vantaggio. Rossignoli salì poi per tre volte sul podio del Giro d'Italia e vinse quattro tappe, tra cui il primo tappone di montagna della storia. A 43 anni e 7 mesi fu il primo degli isolati al Tour.
Tra i ciclisti protagonisti ci sono anche Clemente Canepari da Pieve Porto Morone, autore della più lunga fuga vincente della storia del Giro, Galeazzo Bolzoni primatista italiano dell'ora, Luigi Lucotti da Voghera, primattore al Tour, e perfino Fausto Coppi, che decollò sulle salite dell'Oltrepò.

Ospite d'onore sarà l'olimpionico Marino Vigna, oro nell'inseguimento a squadre ai Giochi di Roma 1960 e poi direttore sportivo di Merckx nel suo primo Giro vittorioso.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Aula Magna Collegio Volta
Indirizzo: Via A. Ferrata, 17
Quando: giovedì 28 settembre 2017
Orario: 18.00
 
 
Pavia, 21/09/2017 (14851)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool