Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 24 settembre 2020 (860) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15142 del 10 aprile 2018 (1067) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cantami o diva - donne del mito greco
Cantami o diva - donne del mito greco
La mostra Cantami o diva - donne del mito greco nasce dalla collaborazione tra il fotografo e insegnante di fotografia del Collegio Universitario S. Caterina, Antonio La Valle, e l'ex studentessa del medesimo Collegio, Silvia Mazzucco. Finalità del progetto è la rappresentazione fotografica di alcune protagoniste femminili del mito greco, poste sotto i diversi sguardi indagatori dei due autori.
 
Come scrive Gisele Freund: «Dieci fotografi di fronte allo stesso soggetto producono dieci immagini diverse, perché, se è vero che la fotografia traduce il reale, esso si rivela secondo l'occhio di chi guarda».
 
Nel viaggio alla scoperta delle donne della mitologia greca, si enuclea la sostanziale differenziazione dei percorsi rappresentativi dei due autori. Tale dicotomia si definisce a partire dalla personificazione femminile delle quattro stagioni, proseguendo con la rappresentazione del mito di Persefone, moglie di Ade e figlia di Demetra, legato al ciclo dell'anno.
Da questo personaggio si dirama l'itinerario artistico dei due autori: Antonio La Valle predilige una scelta non tematica, ma squisitamente cromatica, scura, drammatica, teatrale, raffigurando i personaggi di Alcyone, Circe, Medusa, Medea, Andromeda, Aracne, Selene, Cassandra, Pandora, le tre Moire; Silvia Mazzucco adotta colori tenui, naturali e delicati nella sua iconica rappresentazione dei personaggi di Teti, Penelope, Arianna, Dafne, Calypso, Galatea, Clizia, Elena, Nausicaa e Briseide.
 
 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Santa Maria Gualtieri
Indirizzo: Piazza della Vittoria 4
Quando: da martedì 17 aprile 2018 a domenica 29 aprile 2018
Orario: 9.30-12.00; 15.00-19.00
 
 
Pavia, 10/04/2018 (15142)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool