Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 18 ottobre 2018 (716) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'ultimo canto
» Nel 1940 con Luigi Cantù
» Il Duomo e le tre Piazze
» Lo sguardo di Maria
» Quella scuola che è il nostro orgoglio
» Uno:Uno. A tu per tu con Francesco Hayez
» Apertura musei per le GEP
» Notte bianca al Museo per la Storia
» Storie d’acqua dolce
» Sabato al museo
» Uno:Uno con Bartolomeo Colleoni
» A tutto Rinascimento
» A tu per tu con il modellino del Duomo di Pavia
» Da Pavia a Stoccolma, andata e ritorno
» Napoleone a Pavia
» Sezione Romanica, sotto la lente...
» Lomello: un gioiello medievale
» Sabato ai musei universitari...
» C'era una Volta
» A tutto museo

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» L'ultimo canto
» Nel 1940 con Luigi Cantù
» Il Duomo e le tre Piazze
» Uno:Uno. A tu per tu con Francesco Hayez
» Quella scuola che è il nostro orgoglio
» Lo sguardo di Maria
» Apertura musei per le GEP
» Mercatino del Ri-Uso
» Notte bianca al Museo per la Storia
» Festa del Ticino
» Storie d’acqua dolce
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Uno:Uno con Bartolomeo Colleoni
» Sabato al museo
» Agostissimo
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 15294 del 4 settembre 2018 (216) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Risorgimento a tutto museo
Risorgimento a tutto museo

Dopo la pausa estiva riprendono gli appuntamenti con "A tutto museo", le visite guidate organizzate da Decumano Est nelle sezioni dei Musei Civici di Pavia.

Il Museo pavese del Risorgimento italiano - oggi parte dei Musei Civici, con sede nel Castello Visconteo - nasce per volere della Municipalità nel 1885, ottenendo il generoso concorso dei cittadini, che ad esso affidano la memoria della loro partecipazione all'epopea risorgimentale, donando una grande quantità di documenti, libri, fotografie e oggetti eterogenei, ai quali si sono nel tempo aggiunti ulteriori importanti lasciti. Grazie all'apporto di altri, diversi materiali provenienti dalle collezioni civiche, l'attuale esposizione, pur mantenendo le vicende politico militari come centrali, le colloca in un più ampio contesto storico sociale, culturale, economico, riferito all'ambito locale.

Nel percorso, articolato in tre grandi sale, sulla trama cronologica dalla Pavia asburgica alla prima guerra mondiale, si inseriscono approfondimenti tematici. La seconda sala, in particolare, è interamente dedicata alla famiglia Cairoli, con la ricostruzione del 'salotto', dove alla vita familiare, intima, si alternava quella politica. La vetrina dedicata al 'mito' di Garibaldi e i documenti relativi alla storia stessa del museo sono una riflessione sulla natura dell'istituzione e sulle interpretazioni del Risorgimento.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Ritrovo presso la biglietteria dei Musei Civici
Quando: domenica 9 settembre 2018
Orario: 11.00
 
 
Pavia, 04/09/2018 (15294)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool