Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 3 giugno 2020 (986) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 15732 del 8 ottobre 2019 (365) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Domenica di carta
Domenica di carta

Nell'ambito della "Domenica di Carta" l'apertura straordinaria di Biblioteche e Archivi statali, promossa dal MiBACT, la Biblioteca Universitaria di Pavia sarà aperta domenica 13 ottobre dalle 9 alle 13.

Nella prima parte della mattina sarà possibile visitare il Salone Teresiano e la Mostra "Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana", mentre la seconda parte a Cristoforo Colombo, data la vicinanza con il Columbus Day, ricorrenza celebrata in molti paesi per commemorare il giorno dell'arrivo di Cristoforo Colombo nel Nuovo Mondo, il 12 ottobre 1492, e la presenza in Biblioteca di frammenti delle Ceneri di Colombo, un piccolo momento pavese nella storia del grande navigatore.

Alle 10.30 si svolgerà la presentazione dei libri della studiosa spagnola Marisa Azuara su Cristoforo Colombo, in collaborazione con il Circolo Culturale Sardo "Logudoro" di Pavia, con il patrocinio della F.A.S.I. e dell'Assessorato del Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna. Con l'autrice intervengono, la presidente del Circolo "Logudoro, Paola Pisano, e il vicepresidente vicario, Paolo Pulina. A conclusione, buffet a base di prodotti sardi.

La lettura storica maggiormente diffusa – e passivamente accettata dall'immaginario comune – offre una rappresentazione di Cristoforo Colombo come marinaio della città di Genova, figlio di Domenico Colombo, un umile tessitore, e di Susanna Fontanarosa. Tuttavia, sono sufficienti pochi, immediati quesiti per minare irrimediabilmente le basi incerte e incongruenti di questa teoria. Come avrebbe potuto un modesto uomo di mare diventare Ammiraglio di una delle grandi potenze navali dell'epoca, addentrarsi nelle più importanti corti europee, ricevere l'appoggio della Chiesa e trattare in maniera diretta con la nobiltà dell'epoca? Come sarebbe stato possibile per lui, in una società gerarchicamente tanto complessa, entrare in contatto con le personalità più potenti e influenti, ottenendo smisurate risorse e preziose concessioni, e condurre una vita così agiata? Il percorso offerto da Marisa Azuara, partendo da questi stringenti quesiti e scontrandosi passo dopo passo con le più radicate convenzioni, giunge a delineare una risposta nuova, coerente e sorprendente.

Mentre i più quotati pretendenti, ovvero i Genovesi e i Catalani, continuano a scontrarsi per appropriarsi della figura di Cristoforo Colombo, l'Azuara prende in considerazione l'unico territorio che era stato loro comune: la Sardegna. Per mezzo di una capillare analisi delle fonti storiche, tanto documentarie quanto iconografiche, eterogenei percorsi d'indagine - di tipo genealogico, araldico, cartografico, paleografico, ecc. -, un brillante metodo deduttivo e una prosa scorrevole, la studiosa spagnola riconduce le dibattute origini alla Sardegna…

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano - Biblioteca Universitaria
Indirizzo: Corso Strada nuova 65
Quando: domenica 13 ottobre 2019
Orario: dalle 9.00
 
 
Pavia, 08/10/2019 (15732)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool