Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (936) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1629 del 30 gennaio 2004 (1723) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Live in Atlanta
Live in Atlanta

Ci sono dischi che, come questo, costituiscono già un avvenimento per il solo fatto di venire pubblicati.
Pensate: 33 anni chiuso in un archivio! Registrato durante l'Atlanta International Pop Festival nel Luglio del 1970 (otto mesi prima del famoso disco registrato al Fillmore), questo concerto vede il line-up originale degli Allman Brothers al gran completo con Duane Allman alla chitarra, il fratello Greg Allman all'Hammond e Dickey Betts all'altra chitarra solista.

Il primo dei due concerti (perché di due concerti si tratta) iniziò alle 5 del mattino perché gli Allman (allora agli inizi) erano stati chiamati ad aprire il Festival. Il secondo (acclamato a furore di pubblico, visto il successo del primo) è stato registrato due giorni dopo e vede come ospite uno scatenato Johnny Winter in una Mountain Jam di ben 28 minuti.

Cosa vi devo dire: è un disco emozionante, coinvolgente, che vi fa capire come gli Allman siano stati i capostipiti di tutte le rock-band sudiste, con un'attenzione particolare al blues.
Carichi, carichi, caricatissimi e di una bravura spaventosa vi sparano lì, come se niente fosse, brani come Stateboro Blues, Hoochie Choocie Man, Stormy Monday, Whipping Post e le interminabili Mountain jams che li portano molto vicini ai parametri dei Greateful Dead.

Ma perché diavolo hanno aspettato così tanto a pubblicare questi nastri?

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 30/01/2004 (1629)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool