Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 2 dicembre 2021 (128) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vieni ai laboratori civici
» Pavia città amica dei bambini
» Chi sa ridere è padrone del mondo
» Pavia on ice
» Le vie del Gusto
» Pavia d'Estate 2015
» Nuova Caccia ai tesori di Pavia!
» Il Sindaco fuori dal Comune
» Pavia, dove la storia accade
» Bimbi in bici... In sicurezza
» 4° Mercatino Sociale
» Notte rosa, notte gaia
» Pavia ed il "suo" cinema
» Il Castello in festa
» Aperitipico
» Happening pavese!
» XLII Settimana Agostiniana pavese
» 61 Giorni di Maggio Pavese
» Concerto per il Duomo: un successone
» Trekking urbano 2009

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I rischi del bullismo on line, workshop al Borromeo
» Gli sposi e la Casa
» Festival dei Diritti 2019
» Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze
» Concorso Il rispetto dell'altro
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Africando
» Giornata del Naso Rosso
» Pint of Science
» BambInFestival 2019
» Festival della Filantropia
» Sua Maestria
» CineMamme: al cinema con il bebè
» Home
» Uno sguardo sulla congiuntura economica italiana e mondiale
 
Pagina inziale » Oggi si parla di... » Articolo n. 1834 del 15 aprile 2004 (4210) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Documenta Langobardorm, ultimo atto
La cripta di Santa Maria alle Cacce

Si conclude sabato prossimo Documenta Langobardorum, il fortunato ciclo di conferenze e visite guidate che la cooperativa Progetti ha dedicato ad un argomento tanto rilevante per la storia di Pavia. Meta dell'ultimo incontro sono la chiesa e il monastero di Santa Maria alle Cacce, oggi sede della scuola media Casorati.

Anche questo complesso monumentale deve la sua fondazione nell'VIII secolo a un sovrano longobardo: Ragimperto, secondo una cronaca del XIII secolo, o Rachis secondo un'altra fonte.
La prima fonte ci informa che presso il monastero soggiornò Epifania, figlia di Ragimperto, che qui morì, fu sepolta e salì agli onori degli altari con il nome di Sant'Epifania Vergine.

Dibattuta è l'origine del nome Santa Maria alle Cacce che per la verità è attestato solo dal XIV secolo poiché la dedicazione originale era di Santa Maria Foris Portam. La leggenda vuole che i re longobardi venissero in questa chiesa, collocata fuori dalle mura dove la città già lasciava il posto a campi e boschi, a pregare affinché la loro caccia fosse copiosa.

Pochissimo rimane oggi della basilica dell'VIII secolo: la chiesa e l'annesso monastero vennero, infatti, ricostruiti a partire dal 1629, su commissione della badessa Alba Vittoria Corazzano. Inoltre, ingenti distruzioni avvennero negli anni 1935-36 quando la chiesa fu trasformata in sacrario dei martiri fascisti e il convento, già soppresso alla fine del Settecento, fu destinato a sede scolastica.
Sopravvive, tuttavia, l'affascinante cripta dell'VIII secolo, articolata su tre absidi semicircolari collegate per mezzo di un corridoio longitudinale, mentre le arcate cieche di epoca romanica sul fianco settentrionale della chiesa seicentesca rappresentano, un'altra preziosa testimonianza dell'antica chiesa di Santa Maria alle Cacce.

L'appuntamento di sabato è particolarmente interessante poiché sarà possibile visitare non solo l'armonico chiostro rinascimentale ma anche l'interno della chiesa, normalmente chiuso al pubblico.

 
 Informazioni 
Dove:: ritrovo in via Scopoli angolo Via Volta - Pavia
Quando: sabato 17 aprile 2004, ore 11.00
Partecipazione: gratuita, offerta dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Non è necessaria la prenotazione.

Per informazioni:
Cooperativa Progetti
Tel.: 0382/530150
 

Alessandra Viola

Pavia, 15/04/2004 (1834)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool