Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (989) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1836 del 19 aprile 2004 (2662) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
2° e 3° appuntamento con CHIMICHEMOZIONI
2° e 3° appuntamento con CHIMICHEMOZIONI

Sabato 17 Aprile, a Spaziomusica, si è tenuto il 2° concerto della rassegna Chimichemozioni promossa dal Settore Cultura del Comune di Pavia. Protagonisti del concerto sono stati i Thrust, gruppo nato nel 2000 e composto da Pepe Ragonese alla tromba, Giovanni Giorgi alla batteria, Pancho Ragonese alle tastiere e Tonino De Sensi al basso.

Musicisti molto preparati, prediligono atmosfere fine anni '70 (periodo in cui si ebbero i primi esempi di Fusion), con accenti funky e jazz, situazioni fluide da Lounge in cui la rimica possa farla da padrona, pur lasciando spazio alle tastiere (molto belli i suoni usati) e alle improvvisazioni di tromba.

Concerto molto ben suonato ed estremamente fruibile.

Giovedì 22 aprile, invece, alle ore 21.30 nella Chiesa di S. Maria Gualtieri (Piazza Vittoria - PAVIA) si terrà il 3° concerto della rassegna con il nuovo "parto" di Roberto Aglieri: PEMM.

Roberto Aglieri

P.E.M.M è l'acronimo di Popular Electronic Music Movement, un'idea di Roberto Aglieri, flautista, compositore e musicoterapeuta, sviluppata insieme a Stefano Faravelli, esperto conoscitore dei linguaggi della musica tradizionale delle 4 province e a Tony Rusconi, batterista e percussionista, storico esponente dell'area dell'improvvisazione radicale europea, nonché compositore e direttore d'orchestra.

La trasversalità, è la fondamentale linea di progetto di questo gruppo, meglio sarebbe dire che tre sono i punti dimensionali dell'azione sonoro-musicale (come dichiarato da i fondatori del pogetto): 1) tecnologia/minimalismo, 2) tradizione/memoria, 3) improvvisazione/tradimento.

Di Roberto Aglieri vi ho già parlato più volte; vi ricordo solo che nel 2002, l'album Amina, inciso con la Diatonic Orchestra, ottiene il seocondo posto al Premio Toast di Faenza, durante il Meeting delle Etichette discografiche Indipendenti. Nel 2003, nel mese di novembre, arriva anche il primo posto con il disco Fabularium, quasi un'autobiografia intellettuale e spirituale, che raccoglie composizioni e formazioni lungo diverse performance, dal 1988 al 1994.

Stefano Faravelli

Stefano Faravelli ha suonato con ''i suonatori delle 4 province'' gruppo storico del folk italiano, è fondatore (assieme a Franco Guglielmetti e Maddalena Scagnell)i del gruppo ''Enerbia'',suona stabilmente con la ''Diatonic orchestra'' di Roberto Aglieri con il quale fonda anche '' PEMM''.

Ha inoltre lavorato con Oliviero Malaspina, Giovanna Marini e Laurie Rasmussen.

Tony Rusconi è una delle figure importanti del jazz sperimentale europeo di questi due ultimi decenni. Musicista eclettico e di ampi orizzonti ispirativi, Rusconi ha avuto formazione e percorsi artistici piuttosto variegati: dai primi approcci col violino all'età di appena cinque anni (praticato per quasi un decennio) alla pratica della batteria e percussioni fino agli studi di composizione, prima con Luca Lombardi al Conservatorio G.Verdi di Milano e poi sotto la guida di Emilio Ghezzi con cui si impegnerà in una lunga, rigorosa e appassionata immersione nella storia della musica colta.

Tony Rusconi

Senza trascurare studi di orchestrazione e arrangiamento per Big Band jazz e la sperimentazione di tecniche di improvvisazione, saranno proprio questi studi ed esperienze a orientare Rusconi verso quell'esplorazione contaminata e trasversale che, tra composizione e improvvisazione, costituisce oggi il tratto distintivo della sua attività artistica. Nel corso degli anni Settanta e Ottanta, Rusconi sviluppa un intenso scambio di collaborazioni con i protagonisti dell'avanguardia internazionale, tra cui Paul Rutherford, Steve Lacy, Evan Parker, Peter Kowald, Lester Bowie, Giorgio Gaslini, Bruno Tommaso, Alex Schlippenbach, Tristan Honsinger, Radu Malfatti, Andreé Jaume. In particolare con Paul Rutherford realizza due LP e un video e partecipa a vari festival e concerti in Italia e all'estero sin dal 1981.

Il decennio 80/90 per Rusconi implica anche il coinvolgimento nelle performances audio visuali, e in tal senso la sua attività si orienta verso il teatro, il video, il cinema, la danza e la poesia.

Gli anni Novanta segnano il recupero del rapporto composizione/improvvisazione, all'insegna della contaminazione e della trasversalità.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 19/04/2004 (1836)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool