Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1000) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 2003 del 14 giugno 2004 (1863) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Treves, Pasi e Gaslini concludono FareFestival
Treves, Pasi e Gaslini concludono FareFestival

Con gli ultimi due concerti in programma, si è conclusa l'edizione 2004 di FareFestival. Giovedì 10 Giugno, sotto il tendone del Festival, allestito nel cortile del Castello Visconteo di Pavia, ad aprire la serata è stata Luana Pasi, giovane vocalist pavese, che ha sorpreso i più con una bella esibizione che ha mostrato a tutti le sue doti vocali. Valga per tutte, la difficile interpretazione (solo tastiere e voce) di Calling You, il noto tema del film Bagdad Cafè. Tra gli accompagnatori si è distinto il bravo Paolo Terlingo (Rude Mood), uno dei più promettenti chitarristi blues della nostra provincia.

E' stata poi la volta della Treves Blues Band.

Treves Blues Band

Fabio Treves lo conosco dalla bellezza di 36 anni, da quando compimmo insieme (nel 1966) un lunghissimo viaggio per Londra: un giorno, una notte e un giorno (tale fu la durata) in cui Fabio non smise un attimo di suonare l'armonica (mentre io perstavo sui sedili dello scopartimento ferroviario). Ogni tanto, in questi anni, ci è capitato di suonare ancora insieme e, vi posso assicurare, che è una persona assolutamente convinta di quello che fa, e cioè suonare il Blues.

Per lui il Blues è quasi una religione, un modo di vita.

Un vero "animale da palco" esattamente come i musicisti che l'accompagnano in una formazione che sta insieme ormai da più di dieci anni.

Luana Pasi

Alex "Kid" Gariazzo è un ottimo chitarrista, Massimo Serra fornisce una robusta base ritmica (ma si esibisce anche in numeri "giullareschi" suonando una batteria di pentole) e Tino Cappelletti è un bassista "solido come una roccia".

Fabio percorre con la sua armonica tutta la storia del blues, pescando a caso tra le sue mille forme e radici e lo ripropone in maniera entusiastica ed allegra.

Quando parla di versione "acustica", la rende davvero tale scendendo dal palco (tra la gente del pubblico) e suonando senza l'aiuto di alcun microfono (con il bassista alla chitarra acustica e il batterista al dobro).

Potrebbe andare avanti a suonare per tutta la notte (se fosse per lui e per il pubblico in delirio) ma gli orari impongono una fine.

L'appuntamento è per la prossima occasione.

Prima di andarsene mi lascia (oltre ad una bella maglietta) una copia del suo ultimo CD: Bluesfriends.

E' un disco che molti artisti vorrebbero poter incidere; è una sorta di antologia degli incontri che Fabio ha avuto nella sua lunga carriera (un po' quello che ha fatto anche Zucchero con il suo ultimo disco).

Come ultimo brano compare Mean Mistreater, una commovente session con il grande Mike Bloomfield al pianoforte, registrato nel Settembre del 1980 e pubblicato con il consenso del fratello di Mike, Allen.

Grandi ospiti (meglio dire "amici") anche nel resto del disco: Linda Gail Lewis, John Popper, Roy Rogers, Willy De Ville, Paolo Bonfanti (che è anche il produttore dell'album) e, soprattutto, un grandissimo Chuck Leavell (Allman Brothers, Sea Level, Rolling Stones…) all'organo Hammond. Mi sento di affermare che è, in assoluto, il miglior disco che Fabio ha inciso.

Venerdì 11 Giugno, in collaborazione con l'ItineraFestival, si è tenuto il concerto conclusivo della rassegna, quello con Giorgio Gaslini e la Salmeggia Orchestra.

Giorgio Gaslini

Gaslini non ha smentito la sua fama di musicista-studioso-ricercatore e, condita con le sue proverbiali spiegazioni didattiche, ci ha offerto una prima parte introduttiva per piano-solo in cui ha spaziato da Miles Davis ad Art Tatum prima di sfociare nella parte centrale del concerto: quella dedicata alla rilettura delle musiche di Sun Ra.

In questa seconda parte Gaslini si è avvalso del contributo dell'Orchestra Salmeggia di cui, ho scoperto per caso, faceva parte anche un pavese (il batterista Vittorio Marinoni).

Nell'insieme, un concerto abbastanza difficile, per appassionati, di cui però mi ha lasciato perplesso l'uso saltuario e discontinuo dell'orchestra che mi risultava così un po' "scollegata" dal contesto, anche per la tipologia degli interventi molto "tradizionali", in contrasto con le esecuzioni (abbastanza Free) del pianoforte.

E così FareFestival ci ha dato appuntamento per l'edizione del 2005, la cui progettazione è già in fase di partenza.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 14/06/2004 (2003)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool