Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 4 giugno 2020 (1239) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 227 del 14 ottobre 2002 (2022) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cerveza - I Sogni son Desideri
Cerveza - I Sogni son Desideri

Spesso mi inviano CD da recensire; tra questi uno mi è stato affidato dal mio amico Boris (Savoldelli, un ottimo cantante) e quindi l'ho ascoltato con particolare interesse: il cantante del gruppo è un suo allievo.

Bene, devo ammettere che il disco (I Sogni son Desideri) non è male, però......

Allora, non sempre le recensioni devono essere per forza positive. Questa lo è in parte, proprio perché voglio essere estremamente sincero.

Il gruppo dei Cerveza (bresciani), si presenta compatto e convincente nella base strumentale. Il chitarrista ha la giusta dose di grinta e di fantasia per inventarsi riff convincenti. Anche la scrittura dei brani ha qualche punta "alta" e gli arrangiamenti sono originali al punto da usare un'estratto Disneyano di Cenerentola come intro del brano Fretta d'Attendere.

Ma allora, vi domanderete, cosa c'è che non va?

In teoria niente, ma sul lato pratico quello che mi infastidisce è l'eccessivo riferimento che il cantante del gruppo impone sul modo di interpretare le canzoni: troppo Piero Pelù.

Ora, non nego che Pelù sia stato un grande interprete e un innovatore di stile vocale ma, in quanto innovatore, tropo personale per essere riprodotto perché così facendo tutto porta a lui e al periodo passato con i Litfiba. Oltretutto il gruppo, e Pelù stesso, ha "fatto il suo tempo" e adesso il riferimento risulta datato.

Peccato, perché questo giovane vocalist avrebbe le doti per impore un proprio stile evitando di ricalcare schemi che finiscono, a volte, con l'influenzare il modo di scrivere testi e i possibili arrangiamenti dei brani.

In ogni caso, tra luci ed ombre, questo lavoro un 6 e ½ se lo merita ...e perdonate la franchezza.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 14/10/2002 (227)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool