Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (934) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 228 del 7 dicembre 2000 (2165) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Giorgio Cordini - Chitarre D'Autore
Giorgio Cordini - Chitarre D'Autore

Giorgio Cordini è uno di quei musicisti molto conosciuti nel giro dei colleghi e poco noto al grande pubblico che (ahimè) si ciba di soli fenomeni da teleschermo e hit-parade. Perchè parlarne, allora? Ma proprio perchè è ora che i media si accorgano anche di questi personaggi, perchè lo merita, perchè è un po' pavese d'adozione (ha suonato spesso a Spaziomusica con la Wha Wha Band, insieme a Mauro Pagani o accompagnando il nostro Lorenzo Riccardi, di cui ha prodotto -insieme a llo stesso Pagani- il CD) e perchè ha realizzato un grande disco.

Nel 94 aveva inciso un CD insieme ad Andrea Braido ( ...playing The Beatles - prodotto da Rolando Giambelli per i Beatlesiani D'Italia Associati) in cui rivisitava le canzoni dei Beatles in stile acustico; oggi ritorna con un lavoro dal titolo Chitarre D'Autore.

Cordini è uno dei migliori chitarristi italiani, uno di quelli che non si sente in dovere di dimostrare niente a nessuno ma si limita a suonare al suo meglio. Evitando inutili sbrodolate di note e virtuosismi tecnici che lasciano il tempo che trovano, Giorgio si limita all'essenziale: il gusto e il cuore bastano e avanzano per esprimere emozioni musicali.

Ha suonato per molti, tantissimi artisti e se vi deste la briga di leggere a fondo le note di copertina dei dischi, trovereste spesso il suo nome. Un grande nome per tutti? Quello di Fabrizio De Andrè che lo ha voluto con sè anche in tourné.

Giorgio Cordini - Chitarre D'Autore

Dopo aver portato in giro uno spettacolo dall'omonimo titolo, Cordini ha realizzato questo Chitarre D'Autore collezionando una serie di canzoni scritte dai maggiori cantautori italiani da lui reinterpretate in modo strumentale. Aiutato da un manipolo di amici (Mantovani, Gabanizza, Pagani, Ascolese, Damiani, Franzoni e Duraccio) e con il solo uso della sua chitarra acustica (chitarre, per la verità, e anche di grande pregio -Martin, Taylor, Fender-) ce le ripropone spogliate delle parole (che pure, nell'opera di un cantautore, sono importantissime) ed essenzializzate nella melodia che ci appare così in tutta la sua coinvolgente emotività.

Alice (di De Gregori), Il Vecchio Frack (di Modugno), Mio Fratello Che Guardi Il Mondo (di Fossati), Il Cielo D'Irlanda (di Bubola), L'Anno Che Verrà (di Dalla), Un Giorno Dopo L'Altro (di Tenco), Sally, La Canzone di Marinella, Il Canto Del Servo Pastore e Il Pescatore (di De André) sgorgano vergini dalle corde di Cordini (scusate la cacofonia) e fa piacere trovare in mezzo a queste dive-canzoni anche Dall'Altra Parte Del Vento del nostro Lorenzo Riccardi, a dimostrazione della bontà delle sue composizioni che non risentono affatto del confronto.

E' un lavoro tutto da ascoltare: non roboante o trascinante, ma bellissimo e coinvolgente.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 07/12/2000 (228)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool