Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1001) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 2388 del 8 novembre 2004 (1784) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
W. De Ville - Crown Jane Alley
W. De Ville - Crown Jane Alley

L'ultimo album in studio risaliva al 1999 e si intitolava Horse of a Different Color e questo Crow Jane Alley giunge a portare nuova linfa alla sua carriera e ai fans in attesa.

Lo dichiaro subito: è uno degli album migliori che Willy De Ville abbia inciso.

E' una specie di ritorno alle origini: il suonare per un pò in trio gli ha fatto riscoprire l'essenzialità e questo disco ne è un perfetto esempio.

Le atmosfere sono molto simili a quelle dei primi album con i Mink De Ville: chitarre, basso, batteria, organo Hammond e poco più.

La riscoperta delle radici appare chiara in Muddy Waters Rose Out Of Mississippi Mod in cui il roots-blues scritto da Willy viene cantato dallo stesso con una voce che ricorda moltissimo quella di Muddy.

Come a Little Bit Closer, con la sua sezione di fiati ''alla messicana'' ci riporta al De Ville più esotico, che ben conosciamo e la sua versione di Slave To Love non toglie la patina decadente che Brian Ferry aveva dato alla canzone ma la rende più ruvida e sofferta e alcoolica (lontanamente Waitsiana).

L'ombra di Waits, a braccetto con quella di Willie Nelson, appare anche nella successiva Don't Have A Change Of Heart.

Insomma, basta, è un gran bel disco.

Willy de Ville

Willy De Ville, nato a William Boray in New York, vissuto tra Londra e l'Amerika zurück, in Los Angeles fonda la sue prime bands Lazy Eights e Billy De Sade & The Marquis.

Mink De Ville sarà il nome del gruppo che con l' LP ''Cabretta'' (1977) lo porterà al successo.

Il misto di Rock'n'Roll, Soul, Rythm'n Blues e musica Cajun che riesce a creare lo rende inconfondibile così come la sua figura e i suoi atteggiamenti poco conformisti e inclini a non concedere molto allo star-system e al mondo dell'industria discografica.

Dopo lo scioglimento del gruppo assume lo pseudonimo di Willy De Ville e inizia una carriera solista che lo porta ora alle stelle, ma che lo lascia a volte in un'ombra grigia.

Album come ''Where Angels Fear To Tread'' (1985) e ''Miracle'' (prodotto e arrangiato da Mark Knopfler) segnano la sua carriera da solista.

Nel 2002 tiene una serie di concerti acustici in trio con il pianista Seth Farber ed il bassista David Keyes e dal concerto di Berlino viene tratto un doppio album Live ''Acustic Trio in Berlin'' di notevole bellezza.

Tornato in studio, ci regala adesso questo gioiellino di Crow Jane Alley.

Welcome back Willy

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 08/11/2004 (2388)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool