Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 27 ottobre 2021 (154) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Napoleone anche a Pavia
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» L' Eredità di Corrado Stajano
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» Il naso della Sfinge

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 2513 del 15 dicembre 2004 (3622) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I Quaderni di Pavia
La copertina di uno dei volumi

Arte, storia, tradizioni e culture di una provincia padana... così cita il sottotitolo dei "Quaderni di documentazione" che, editi a cura dell'Assessorato alla Promozione delle Attività Culturali della Provincia di Pavia, rappresentano un'importante tappa nella riscoperta del territorio provinciale, della sua storia, della sua cultura.

Tre erano gli obiettivi che l'Ente si era prefissato: una più approfondita conoscenza del territorio provinciale, una maggiore consapevolezza dell'importanza che esso ha avuto nella storia non solo locale e la creazione di una finalmente ampia "coscienza provinciale" nella popolazione. E tre i volumi "In Provincia" dai contenuti interessanti e curiosi - rivolti infatti anche agli aspetti meno noti del territorio - che nella loro veste grafica semplice e piacevole hanno conquistato ogni tipo di pubblico.

Il primo di essi, 190 comuni dall'A alla Z, è dedicato alle 190 unità comunali presenti sul territorio, con l'elencazione dei più importanti elementi geo-politici-statistici (regione di appartenenza, giurisdizione diocesana, altimetria, superficie comunale, abitanti eccetera), integrati da succinte notizie storiche e da curiosità toponomastiche e completati da box informativi di varia umanità. "Ma un succinto compendio di dati geopolitici, morfologici e meteorologici, quantunque necessario, non può risolvere in sé la definizione di un territorio, che racchiude, come in uno scrigno, un patrimonio unico di arte, storia, cultura, amore, tradizione, leggenda, dialetto. [...] Nessuno riuscirà mai a definirne l'omogeneità ma a nessuno è concesso negarla".

Il secondo, Personaggi illustri, mette in evidenza i maggiori protagonisti delle vicende locali, antiche e meno antiche, che più hanno dato prestigio al territorio provinciale in ogni campo dello scibile umano, dall'arte alla religione, calla scienza alla politica, dallo sport all'industria. Succinte ma esaurienti biografie, integrate da box di approfondimento, ne illustrano la vita e l'attività, riservando particolare attenzione agli aspetti più umani della loro esistenza terrena. La lista, inevitabilmente, non è completa: "Molti sono coloro che potrebbero essere ulteriormente citati in un elenco di "personaggi illustri"; ciascuno potrebbe proporre nomi che le sue passioni o le sue conoscenze culturali gli suggeriscono...".

Il terzo, Leggende e storie, è riservato a quel grande patrimonio culturale popolare costuito da miti, saghe, piccole e grandi storie, leggende note e meno note, racconti leggendari legati alla vita e alla evoluzione delle popolazioni pavesi. In essi appaiono, "fianco a fianco, diavoli e streghe, santi e fanti, draghi e madonne, eroi e condottieri, re e imperatori, castellani e damigelle, papi e antipapi; i loro nomi sono spesso altisonanti: Sant'Ambrogio, Annibale, san Colombano, Ludovico il Moro, Teodolinda, Carlo Magno, Alboino e Pertarito... ai loro piedi un popolo quasi sempre senza nome, e che ne subisce i capricci e le benevolenze, a tratti fiero, ma spesso tremebondo e fatalista, iroso e beffardo, fantasioso e geniale".

Stati stampati in 5000 copie ciascuno, i volumi sono stati riproposti in un'unica cartelletta (in altre 400 copie) da distribuire a biblioteche, Comuni, Scuole ed Enti..

 
 Informazioni 
 

La Redazione

Pavia, 15/12/2004 (2513)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool